Percorso di navigazione

Non siamo più in recessione, ma rimangono gravi problemi - 03/11/2009

Monete sparse sulla pagina finanziaria di un giornale ©CE

Si prospetta una graduale ripresa, ma la crescita rallenterà già l'anno prossimo.

L'UE sta uscendo dalla recessione: nel secondo semestre dell'anno il suo PIL è cresciuto. Tuttavia, vista la forte contrazione registrata all'inizio di quest'anno, le previsioni per il 2009 nel suo complesso restano più o meno invariate: il PIL dovrebbe diminuire del 4%.

A più lungo termine, si prospetta una crescita pari soltanto al ¾% nel 2010 e all'1½% nel 2011.

Il rimbalzo in atto è dovuto principalmente ai miglioramenti del commercio mondiale e delle condizioni finanziarie, ma il rafforzamento dell'attività è alimentato anche dalla politica monetaria e dalla spesa pubblica.

L'anno prossimo diversi fattori freneranno la crescita, riducendo la domanda di beni e servizi dell'UE: tra essi figurano l'aumento dei tassi di disoccupazione e la necessità, per le famiglie come per le imprese, di ridurre l'indebitamento.

La disoccupazione è destinata a toccare il 10¼% nel 2010, mentre il disavanzo pubblico per l'insieme dell'UE salirà probabilmente al 7½% del PIL.

Dopo essere ristagnati durante la recessione, i prezzi al consumo dovrebbero salire, ma l'inflazione rimarrà comunque relativamente bassa. Le differenze tra i tassi d'inflazione dei diversi paesi saranno meno marcate che prima della crisi.

Nei prossimi mesi si potrebbe assistere a una ripresa sorprendentemente robusta, ma resta da vedere quanto potrà durare. Il prossimo aggiornamento delle previsioni della Commissione, in febbraio, riguarderà solo i paesi membri più grandi.

La Commissione pubblica solitamente previsioni economiche quattro volte l'anno: due edizioni esaustive, in primavera e in autunno, e due previsioni intermedie, più sommarie, a febbraio e a settembre.

Per saperne di più sulle previsioni economiche d'autunno della Commissione europea English

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili