Percorso di navigazione

Pila di monete in euro ©CE

La Commissione presenta una direttiva sugli hedge fund e raccomandazioni sulle retribuzioni nelle banche

Le misure annunciate oggi si inseriscono in un più vasto sforzo per colmare le lacune della regolamentazione che hanno contribuito alla crisi finanziaria.

Gli hedge fund o fondi comuni speculativi sono società di investimento privato ad alto rischio che fanno forti scommesse sui movimenti di mercato e sarebbero adatte solo agli investitori professionali ed istituzionali. Nella loro riunione di aprile, i leader delle 20 più importanti economie mondiali - il G20 - si sono dichiarati favorevoli ad una stretta sui grandi fondi di questo tipo.

Secondo la proposta di direttiva, i gestori di hedge fund e simili "fondi di investimento alternativo DeutschEnglishfrançais " che gestiscono almeno 500 milioni di euro (100 milioni se ricorrono al credito) dovranno registrarsi presso le autorità di regolamentazione. Dovrebbero anche comunicare informazioni sulla loro attività, ad esempio sul loro ricorso a fondi o strumenti finanziari presi in prestito per moltiplicare i guadagni.

Con queste soglie, la direttiva si applicherebbe a circa il 30% dei gestori dei fondi speculativi e al 90% delle attività di quelli aventi sede nell'UE. Alla fine del 2008 il settore degli investimenti alternativi gestiva attività finanziarie per un valore di circa 2 000 miliardi di euro.

Per ora si propone che le norme si applichino ai gestori piuttosto che ai fondi perché molti fondi hanno sede in paesi esteri con regimi fiscali particolarmente lassisti. Dopo tre anni vi sarebbe una stretta sui fondi aventi sede fuori dell'UE.

In precedenza la Commissione aveva presentato un piano di riforma del sistema finanziario, dichiarando che la crisi aveva dimostrato la necessità di una regolamentazione e di una vigilanza più rigorose. Questo orientamento generale è stato approvato dai leader UE nel mese di marzo.

La Commissione ha anche presentato delle raccomandazioni sul modo in cui i paesi dell'UE dovrebbero disciplinare le retribuzioni dei banchieri DeutschEnglishfrançais. Le modalità attuali spesso incoraggiano gli amministratori ad assumere rischi eccessivi.

Si propone ora che i bonus e le stock option siano fatti dipendere dai risultati su un arco di più anni. Viene anche raccomandato di vietare le buonuscite per i dirigenti licenziati in quanto responsabili di gravi perdite e di limitare anche i premi riconosciuti in caso di buoni risultati.

Gli istituti finanziari dovrebbero potersi far restituire i bonus se questi sono stati riconosciuti sulla base di dati manipolati.

La Commissione ha infine annunciato misure per aiutare i consumatori a prendere decisioni con cognizione di causa quando investono in fondi comuni o polizze di assicurazione, specie per quanto riguarda i rischi e i costi. Molti di questi "pacchetti di investimento preassemblati DeutschEnglishfrançais " hanno perso gran parte del loro valore a seguito della crisi, spesso in modo inatteso per gli investitori.

Tutte le proposte ora annunciate, che costituiscono una parte importante della risposta dell'UE alla crisi finanziaria, dovranno essere approvate dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'UE.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili