Percorso di navigazione

No ad altre crisi finanziarie - 25/02/2009

Monete in euro e un paio di occhiali su un giornale finanziario © CE

Gli esperti europei raccomandano una maggiore vigilanza per evitare il ripetersi della crisi.

Un gruppo di esperti finanziari ha formulato 31 raccomandazioni EnglishPDF dettagliate per rafforzare la vigilanza sugli istituti di credito e sui mercati finanziari dell'UE.

Tra queste figurano l'elaborazione di norme comuni per i fondi d'investimento, valide in tutti i 27 paesi dell'UE, la limitazione dei bonus dei dirigenti bancari in linea con gli interessi degli azionisti e l'istituzione di un sistema di gestione delle crisi per il settore finanziario europeo.

Vengono inoltre auspicati due nuovi sistemi di controllo da parte dell'UE: uno per la vigilanza finanziaria e l'altro per la gestione dei rischi.

“Ora spetta alla Commissione valutare ed agire. Il prossimo 4 marzo la Commissione darà una valutazione preliminare e una prima risposta alle principali conclusioni della relazione”, ha affermato il presidente José Manuel Barroso. “I lavoratori e le famiglie di tutta Europa e di tutto il mondo stanno subendo le conseguenze dell'arroganza dei mercati finanziari. La Commissione vuole impedire che questo possa succedere ancora."

Il gruppo di esperti è stato presieduto dall'ex direttore del Fondo monetario internazionale Jacques de Larosière. Le raccomandazioni saranno discusse nella riunione informale dei leader europei in programma per il 1° marzo e, nuovamente, verso la fine del mese in occasione del tradizionale vertice di primavera.

Sintesi della relazione sulla vigilanza finanziaria EnglishPDF

Relazione (testo integrale) EnglishPDF

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili