Percorso di navigazione

IVA: un taglio alla burocrazia - 29/01/2009

Donna che sposta una pila di documenti per fare spazio ad un'unica cartella con il logo dell'UE ©CE

Con lo snellimento della normativa europea sull'IVA, le imprese potranno tirare un sospiro di sollievo.

L'UE sta rivedendo la sua normativa sulla fatturazione dell'IVA. Stando alle anticipazioni, le modifiche potranno far risparmiare alle imprese fino a 18 miliardi di euro all'anno. Le proposte intendono ridurre le formalità burocratiche e le frodi e incoraggiare il ricorso alla fatturazione elettronica.

I paesi europei hanno il diritto di adattare la normativa dell'UE sull'imposta sul valore aggiunto DeutschEnglishfrançais al proprio ordinamento interno. Ma le imprese lamentano la complessità e diversità delle procedure nazionali, che rendono la vita difficile a chi desideri svolgere un'attività commerciale in più di un paese. Le nuove norme offrono ai governi meno opzioni, nel tentativo di standardizzare la pratica.

Le imprese che operano in un altro paese dell'UE avranno peraltro meno tempo per registrare le transazioni, in modo da agevolare la lotta anti-frode. Sono inoltre state tolte le restrizioni all'uso della fatturazione elettronica, che di fatto sarà equiparata a quella su carta.

Per venire incontro alle esigenze delle piccole imprese, la proposta amplia l'uso di forme semplificate di fatturazione, specie per importi che non superano i 200 euro, conferendo nel contempo agli Stati una maggiore flessibilità quanto ai tempi di riscossione dell'imposta.

"Questa importante iniziativa di oggi consentirà di avere norme più semplici, moderne e generali per le fatturazioni", ha affermato Lázlo Kovács, commissario europeo per la Fiscalità e l'unione doganale.

L'IVA è un'imposta a carico dei consumatori, non delle imprese. Le aliquote variano notevolmente da un paese dell'UE all'altro. Le imprese applicano l'IVA al momento della vendita dei loro prodotti e sono tenute a versare gli importi incassati al fisco. Le fatture servono ad indicare l'IVA percepita.

Le modifiche proposte rientrano nell'attuale sforzo di ridurre la burocrazia. Quattro anni fa la Commissione ha varato un'iniziativa per ridurre gli oneri amministrativi a carico delle imprese europee, semplificando e codificando la propria legislazione. Da allora in poi ha proposto di snellire il diritto europeo di circa 7 800 pagine.

Nel 2007 la Commissione ha deciso di andare oltre, prevedendo, tra l'altro, misure tecniche per agevolare l'attuazione della normativa, specie nel campo della fiscalità e del diritto societario. Stando alle sue stime, gli sforzi compiuti in questo campo hanno comportato un risparmio di circa 30 miliardi di euro per le imprese.

Seguendo l'esempio dell'UE, 21 Stati membri hanno avviato programmi di semplificazione legislativa analoghi.

Per saperne di più sulla semplificazione legislativa DeutschEnglishfrançais.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili