Percorso di navigazione

Premiata la migliore letteratura europea - 09/10/2012

Logo: "Premio UE per la letteratura" © UE

Riconoscimento dell'UE a 12 autori nuovi o emergenti: premio europeo per la letteratura 2012.

Il premio annuale, giunto alla sua quarta edizione, è una delle iniziative promosse dall'UE per sostenere gli autori europei. I vincitori, tutti autori nuovi ed emergenti, oltre a ricevere un assegno di 5 000 euro, beneficiano della fama che questo riconoscimento offre loro e di attività promozionali in occasione di prestigiose fiere del libro. L'UE investe anche circa 3 milioni di euro l'anno nella traduzione di alcune delle migliori opere letterarie europee, rendendole accessibili ad un maggior numero di lettori e aiutando gli autori ad ampliare il loro pubblico.

Dal 2010 i finanziamenti dell'UE hanno contribuito alla traduzione in 19 lingue di 32 dei 35 vincitori del premio, per un totale di 104 traduzioni. Il vincitori dell'edizione 2012 Englishfrançais sono:

  • Anna Kim (Austria) con "Die gefrorene Zeit", che narra la storia di un ricercatore che aiuta un uomo del Kosovo
  • Lada Žigo (Croazia) con "Rulet", un romanzo sul gioco d'azzardo
  • Laurence Plazenet (Francia) con "L'amour seul", la storia di due amanti segreti e della loro separazione
  • Viktor Horváth (Ungheria) con "Török tükör", un viaggio avventuroso nell'Ungheria del 16mo secolo
  • Kevin Barry (Irlanda) con "City of Bohane", ambientato agli inizi del 2050 in un'ex città gloriosa della costa occidentale dell'Irlanda
  • Emanuele Trevi (Italia) con "Qualcosa di scritto", il racconto di uno scrittore che trova lavoro in un archivio
  • Giedra Radvilavičiūtė (pseudonimo di Giedra Subačienė, Lituania) con"Šiąnakt aš miegosiu prie sienos", una raccolta di racconti brevi
  • Gunstein Bakke (Norvegia) con "Maud og Aud: ein roman om trafikk", la storia di una famiglia devastata da un incidente stradale
  • Piotr Paziński (Polonia) con "Pensjonat", che narra di un pensionato i cui residenti sono sopravvissuti dell'Olocausto
  • Afonso Cruz (Portogallo) con "A Boneca de Kokoschka", una storia sull'amicizia e l'identità
  • Jana Beňová (Slovacchia) con "Café Hyena (Plán odprevádzania)", racconti brevi e riflessioni sul rapporto di una giovane donna con un uomo molto più anziano di lei
  • Sara Mannheimer (Svezia) con "Handlingen", la storia del sogno di una donna di conquistare tutta la letteratura.

Per saperne di più sul sostegno dell'UE alla cultura DeutschEnglishfrançais

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili