Percorso di navigazione

Una strategia creativa - 01/10/2012

Nuovo piano per aiutare l'industria culturale e creativa dell'UE a diventare più competitiva e rafforzare la crescita e l'occupazione.

Passaggio al digitale, globalizzazione ed evoluzione del comportamento dei consumatori sono alcune delle sfide cui deve far fronte oggi l'industria.

Le imprese creative hanno ad esempio difficoltà ad attirare gli investimenti necessari per convertirsi alle tecnologie digitali, un elemento essenziale per ridurre i costi di produzione e accedere ai nuovi mercati.

La Commissione propone una serie di misure English di sostegno a livello nazionale ed europeo. Tra queste figurano anche agevolazioni per gli investimenti e lo sviluppo delle competenze.

L'intervento è giustificato in questa fase di piena crisi economica. L'industria creativa - che comprende architettura, artigianato artistico, patrimonio culturale, design, festival, moda, cinema, musica, arti dello spettacolo e arti visive, biblioteche, editoria, radio e televisione - impiega 8,5 milioni di persone.

Rappresenta il 4,5% del PIL dell'UE e fornisce un importante contributo agli altri settori, in cui l'innovazione è guidata sempre di più dalla creatività e dal design.

Un intervento diretto

La Commissione esorta i paesi dell'UE ad intervenire per migliorare le competenze e l'accesso ai finanziamenti, rafforzare la competitività, ampliare le esportazioni e consolidare i legami con le altre industrie.

A livello di UE, la Commissione propone di utilizzare in maniera strategica gli 1,8 miliardi di euro stanziati per il prossimo programma "Europa creativa" DeutschEnglishfrançais (2014-2020) e altri fondi esistenti. Le misure previste:

  • rafforzare l'imprenditorialità riducendo gli oneri amministrativi per le piccole imprese, che formano una parte consistente dell'industria culturale e creativa
  • integrare il mercato digitale europeo, ad esempio seguendo un approccio comune alla protezione dei diritti di proprietà intellettuale e combattendo la vendita di prodotti contraffatti su Internet
  • promuovere la creazione di reti e la condivisione delle buone pratiche commerciali in Europa
  • garantire i prestiti bancari per agevolare l'accesso ai finanziamenti da parte delle imprese e organizzazioni del settore creativo
  • sostenere i programmi di promozione e diffusione per catturare il pubblico, collaudare i modelli commerciali ed accrescere le esportazioni internazionali
  • fornire finanziamenti per l'istruzione e la formazione, ad esempio mediante il programma UE Erasmus per tutti DeutschEnglishfrançais
  • utilizzare i fondi esistenti per accrescere il contributo dato dalla cultura allo sviluppo regionale e locale, sia nelle zone urbane che in quelle rurali.

Per saperne di più sul sostegno UE alla cultura DeutschEnglishfrançais

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili