Percorso di navigazione

Un nuovo impulso alle piccole e medie imprese - 23/02/2011

Uomo seduto a una scrivania mentre lavora al computer © UE

Nuove misure per ridurre gli oneri amministrativi per le PMI, aiutarle a riprendersi dalla crisi economica e incoraggiare i nuovi imprenditori.

Le piccole e medie imprese (PMI), che rappresentano il 99% di tutte le aziende europee e danno lavoro a più di 90 milioni di persone, sono un elemento fondamentale dell'economia dell'UE. Un recente riesame della politica europea DeutschEnglishfrançais evidenzia i numerosi vantaggi derivanti dallo Small Business Act del 2008, che ha semplificato la creazione di nuove imprese nell'UE, abbassandone anche i costi.

Tuttavia, risulta pure che si può e si deve fare di più per incoraggiare l'imprenditorialità e sostenere le PMI esistenti.

Queste aziende hanno bisogno di aiuto per riconquistare il terreno perduto durante la crisi economica, quando circa 3,25 milioni di posti di lavoro sono andati persi. Per realizzare l'obiettivo europeo di un tasso di occupazione del 75% entro il 2020, è di cruciale importanza aiutarle a crescere e a creare lavoro, visto che rappresentano due terzi dell'occupazione nel settore privato.

Alcuni dei problemi che le imprese più piccole devono affrontare riguardano i finanziamenti, gli oneri amministrativi e l'accesso al mercato in altri paesi, sia nell'UE che nel resto del mondo. Le nuove proposte comprendono misure per:

  • ridurre ulteriormente la burocrazia, istituendo sportelli unici dove le piccole imprese possano richiedere finanziamenti europei, nazionali e locali, e semplificando la contabilità e altri requisiti giuridici
  • migliorare l'accesso ai finanziamenti snellendo le procedure e ampliando i regimi di garanzia dei prestiti
  • aiutare le PMI ad accedere ai mercati mondiali mediante un sostegno potenziato e accordi di libero scambio
  • armonizzare l'imposta sulle società, semplificando anche le procedure per il recupero dei debiti in altri paesi dell'UE
  • promuovere l'imprenditorialità e la creazione di occupazione riducendo a un mese il tempo necessario per ottenere licenze e permessi.

L'analisi propone inoltre un controllo più efficiente delle iniziative dei governi nazionali per mettere in atto lo Small Business Act .

Negli ultimi anni i governi hanno già fatto progressi, ma devono ancora mettersi d'accordo su una nuova regolamentazione che istituirà la società privata europea DeutschEnglishfrançais . Grazie a questa nuova forma giuridica, le imprese non dovranno più registrarsi di nuovo per costituire una sede in un altro paese dell'UE, riducendo così i costi e le pratiche necessarie.

La Commissione invita i governi ad adottare questa normativa quanto prima.

Portale europeo per le piccole e medie imprese

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili