Percorso di navigazione

Autorizzazione automatica per una più vasta gamma di aiuti statali - 08/07/2008

Neelie Kroes e il suo predecessore Mario Monti ad una conferenza

I governi che intendono concedere aiuti alle imprese non dovranno più informarne preventivamente la Commissione nel caso di programmi per la promozione della crescita.

La Commissione europea ha semplificato le norme UE sugli aiuti di Stato a favore di programmi intesi a creare posti di lavoro e a stimolare l’attività economica, specie se i beneficiari sono piccole e medie imprese.

A norma di un nuovo “regolamento generale di esenzione per categoria”, molti programmi di aiuti non dovranno più essere sottoposti alla Commissione. Finora questa doveva autorizzare preventivamente gli aiuti English concessi dagli Stati, verificando che non falsassero la concorrenza.

“Questa nuova normativa definisce un quadro chiaro che permette agli Stati membri di concedere aiuti all'occupazione, al potenziamento della competitività e alla tutela dell'ambiente senza alcun intervento della Commissione” ha osservato Neelie Kroes, commissaria per la concorrenza.

Le categorie di aiuti per le quali è prevista un’autorizzazione automatica sono quasi triplicate, arrivando a 26. Tra le nuove categorie figurano i programmi destinati alla tutela dell’ambiente, al miglioramento dell’efficienza energetica e alla promozione dell’innovazione. Sono esentate per la prima volta anche le misure per favorire gli investimenti in capitale di rischio e l’imprenditorialità femminile.

Le nuove norme intendono in particolare facilitare l’accesso delle imprese di minori dimensioni ai finanziamenti statali, autorizzando fino a 7,5 milioni di euro di aiuti agli investimenti per un singolo progetto. Il presupposto è che certe categorie di aiuti sono evidentemente in linea con gli obiettivi dell’UE e devono quindi essere autorizzate automaticamente.

La Commissione deve poter esaminare i progetti di aiuti statali per evitare misure protezionistiche e garantire una concorrenza leale, nell’interesse del buon funzionamento dell’economia. Ma questo processo può richiedere molto tempo e denaro; ecco perché l’UE ha deciso di snellire le procedure nel quadro della sua strategia per la crescita e l'occupazione DeutschEnglishfrançais .

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili