Percorso di navigazione

Il logo biologico dell'UE, un marchio di fiducia - 04/07/2012

Il logo biologico: 12 stelle bianche disposte a forma di foglia su sfondo verde © UE

Potete essere certi dell'origine biologica di alimenti e bevande se sull'imballaggio appare il logo dell'UE a forma di foglia.

Il logo (rappresentato nell'immagine) deve ora figurare su tutti gli alimenti e le bevande confezionati di origine biologica, dopo il periodo di transizione di due anni terminato il 1° luglio.

Esso indica che i produttori di alimenti – e gli agricoltori da cui acquistano gli ingredienti – rispettano le rigorose norme applicabili nell'UE per gli alimenti e le bevande biologici.

Le norme – e il logo – mirano a valorizzare il settore dell'agricoltura biologica dell'UE, la cura della terra, la biodiversità e gli standard elevati di protezione degli animali.

Negli ultimi anni il settore è in crescita. Quasi il 2% degli alimenti acquistati dai consumatori dell'UE hanno la certificazione di origine biologica e circa 200 000 aziende agricole sono certificate per la produzione biologica.

Altri requisiti

Quando utilizzano il logo biologico dell'UE, i produttori devono inoltre indicare sull'etichetta il numero di riferimento dell'autorità di certificazione e il nome dell'ultimo operatore – produttore, trasformatore o distributore – che ha maneggiato il prodotto. I marchi nazionali di certificazione biologica possono essere usati insieme al logo dell'UE.

Il logo resta facoltativo per i prodotti non confezionati e per quelli importati. Le norme in materia di agricoltura biologica e le autorità di certificazione di altri paesi devono essere stati riconosciuti come equivalenti agli standard dell'UE perché i prodotti biologici di tali paesi possano essere importati in Europa.

Le prossime tappe

Il 1° agosto entreranno in vigore nuove norme sul vino biologico. A febbraio, l'UE ha firmato con gli Stati Uniti un accordo sul riconoscimento reciproco dei prodotti biologici che ridurrà le formalità burocratiche per gli esportatori.

La Commissione sta attualmente studiando come migliorare ulteriormente le norme dell'UE sui prodotti biologici.

L'agricoltura biologica mette l'accento sulla protezione ambientale e sul benessere degli animali. Gli agricoltori devono evitare o ridurre drasticamente l'impiego di prodotti chimici di sintesi come fertilizzanti, pesticidi, additivi e farmaci.

Si possono definire biologici solo gli alimenti contenenti almeno il 95% di ingredienti prodotti con metodo biologico. L'uso di organismi geneticamente modificati (OGM) e di prodotti realizzati a partire da OGM è vietato.

Per saperne di più sull'agricoltura biologica nell'UE

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?

Link utili