Sorveglianza marittima integrata

Definizione e campo di applicazione

Didascalia: Cipro © Lionel Flageul

La sorveglianza marittima integrata consiste nell'aiutare le autorità competenti o interessate a scambiarsi dati e informazioni. La condivisione dei dati renderà la sorveglianza meno costosa e più efficace.

Attualmente, le autorità nazionali e dell'UE responsabili dei diversi aspetti della sorveglianza (controlli alle frontiere, sicurezza, controllo della pesca, dogane, ambiente, difesa, ecc.) raccolgono i dati separatamente e spesso non li condividono. Di conseguenza, alcuni dati vengono raccolti più di una volta.

Se siete interessati ad altre attività di sorveglianza specifiche, alle misure anti-pirateria o alla sicurezza marittima in generale, consultate i nostri link consigliati.

Video: Sorveglianza marittima integrata

Come funziona in pratica

La Commissione europea e i paesi membri dell'UE/SEE sono attualmente impegnati a mettere a punto un Sistema comune per la condivisione delle informazioni (CISE). Quest'ultimo integrerà le reti e i sistemi di sorveglianza esistenti e consentirà a tutte le autorità interessate di accedere alle informazioni di cui hanno bisogno per le loro missioni in mare.

Il CISE renderà interoperabili i vari sistemi, permettendo di scambiare facilmente dati e altre infomazioni attraverso l'impiego delle moderne tecnologie. Per sviluppare il CISE è stata adottata una tabella di marcia pdf - 5 MB [5 MB] Tutte le traduzioni disponibili..

Documenti ufficiali

Per saperne di più

Progetti

Atlante europeo dei mari - Sorveglianza marittima integrata

  • MARSUNO – Progetto pilota sulla sorveglianza marittima nei bacini del Mare del Nord (chiuso)
  • BLUMASSMED - Progetto pilota sull'integrazione della sorveglianza marittima nel Mare Mediterraneo e nei suoi approcci atlantici (2009-2012)

Forum marittimo

Affari marittimi

Notizie