Turismo costiero e marittimo
Cipro © iStockphoto.com/mpalis

Grazie alla loro straordinaria bellezza, ricchezza culturale e grande varietà, le regioni costiere dell'UE sono la destinazione preferita di molti vacanzieri europei e non, il che rende il turismo costiero e marittimo un importante comparto dell'industria turistica. Con quasi 3,2 milioni di addetti, questo settore genera complessivamente un valore aggiunto lordo di 183 miliardi di euro e rappresenta oltre un terzo dell'economia marittima. Non meno del 51% della capacità ricettiva degli alberghi in tutta Europa è concentrata nelle regioni costiere.

Nell’ambito della strategia "Crescita blu" dell’UE, il settore del turismo costiero e marittimo è stato identificato come un comparto con particolari potenzialità per promuovere un’Europa intelligente, sostenibile e solidale. È il più importante settore marittimo in termini di valore aggiunto lordo e occupazione e, secondo lo studio sulla Crescita blu pdf - 3 MB [3 MB] Tutte le traduzioni disponibili., crescerà del 2-3% entro il 2020. Nel 2012, il turismo da crociera impiegava da solo 330 000 persone e ha registrato un fatturato di 15,5 miliardi di euro. Per il futuro è prevista un'ulteriore crescita.

La Giornata europea del mare 2013 è stata dedicata al turismo costiero e marittimo e ha offerto la possibilità di presentare i risultati di una consultazione pubblica organizzata in vista di una comunicazione sul questo argomento. Il 20 febbraio 2014 la Commissione europea ha infatti adottato una comunicazione intitolata pdf - 99 KB [99 KB] Tutte le traduzioni disponibili."Strategia europea per una maggiore crescita e occupazione nel turismo costiero e marittimo" in cui presenta un nuovo piano per promuovere questo settore promettente in Europa e sfruttarne appieno le grandi potenzialità.

La Commissione ha individuato 14 azioni in grado di favorire la crescita sostenibile del settore e imprimere un ulteriore impulso alle regioni costiere d'Europa. Ad esempio, propone di predisporre una guida online sulle principali fonti di finanziamento a disposizione del settore e di sostenere lo sviluppo di partnership, reti e cluster transnazionali e interregionali e strategie di specializzazione intelligente nel turismo costiero e marittimo. La Commissione collaborerà con gli Stati membri, gli enti regionali e locali e gli operatori del settore per attuare queste azioni. Per saperne di più, visitare la pagine Domande e risposte sulla strategia europea per il turismo costiero e marittimo.

Documenti ufficiali

Comunicazione: Strategia europea per una maggiore crescita e occupazione nel turismo costiero e marittimo pdf - 99 KB [99 KB] Tutte le traduzioni disponibili.

Conferenza ad alto livello sul turismo costiero e marittimo e la crescita blu - Atene, 10 marzo 2014

La commissaria Maria Damanaki e il vicepresidente Antonio Tajani hanno presentato la comunicazione "Strategia europea per una maggiore crescita e occupazione nel turismo costiero e marittimo", adottata il 20 febbraio 2014 e finalizzata a promuovere il turismo costiero e marittimo in Europa. In questa occasione è stato organizzato anche un evento "Business to Business", per aiutare le imprese greche e internazionali a entrare in contatto e discutere di partnership commerciali e investimenti in Grecia.

Per saperne di più

Maggiori informazioni

Eventi

Affari marittimi

Notizie

  • 10/02/2016 - Vacancy at WCPFC | Information Communications and Technology (ICT) Manager

    The Western and Central Pacific Fisheries Commission is looking for an ICT Manager for its secretariat in Micronesia. Deadline for applications: 29 February 2016.

  • 09/02/2016 - New European Maritime and Fisheries Fund kicks off in the UK

    Fisheries, aquaculture and maritime projects in the UK are one step closer to receiving support from the EU's European Maritime and Fisheries Fund (EMFF), following the official EMFF launch event in Poole this week. The UK is set to receive €243 million of EU funds for the period 2014-2020.

  • 08/02/2016 - New fi-compass events open for registration

    A new series of advisory seminars about using financial instruments (such as loans, bank guarantees, venture capital and other equity instruments) in the European Structural and Investment Funds is now open for registration.