Avviso legale importante
   
Risarcimento delle vittime di reati >>> Informazioni
 
Informazioni
Autorità
Informazioni trasmesse dagli Stati membri
 
 
Scarica Acrobat Reader
 
  INFORMAZIONI
 
 

Direttiva 2004/80/CE del Consiglio del 29 aprile 2004 relativa all'indennizzo delle vittime di reato


La direttiva si applica tra gli Stati membri dell'Unione europea.


Tutti gli Stati membri provvedono a che le loro normative nazionali prevedano l'esistenza di un sistema di indennizzo delle vittime di reati intenzionali violenti commessi nei rispettivi territori, che garantisca un indennizzo equo e adeguato delle vittime. L'accesso all'indennizzo deve essere possibile in situazioni nazionali e transfrontaliere, vale a dire indipendentemente dal paese di residenza della vittima e dallo Stato membro in cui è stato commesso il reato.


La direttiva stabilisce un sistema di cooperazione tra le autorità nazionali per la trasmissione delle domande di indennizzo nelle situazioni transfrontaliere. La vittima di un reato commesso in uno Stato membro diverso da quello di residenza può rivolgersi ad un'autorità del proprio Stato membro (autorità di assistenza) per presentare la domanda e ottenere assistenza con le formalità pratiche e amministrative. L'autorità dello Stato membro in cui risiede la vittima trasmette la domanda direttamente all'autorità dello Stato membro in cui è stato commesso il reato (autorità di decisione), cui spetta la valutazione della domanda e il versamento dell'indennizzo.


La direttiva prevede due moduli standard.


L'ATLANTE fornisce le informazioni concernenti l'applicazione del regolamento e un utile strumento per compilare i moduli.


Le informazioni fornite dalla Croazia sulla cooperazione giudiziaria in materia civile sono disponibili sul portale europeo della giustizia elettronica.


I moduli sono disponibili solo sul portale europeo della giustizia elettronica.

Superiore del pagina
 
  SINTESI: DIRETTIVA 2004/80/CE DEL CONSIGLIO
 
 
 
Superiore del pagina