Percorso di navigazione

Protezione dei dati personali

connect.com © Louise Gagnon, Fotolia

Nel gennaio 2012 la Commissione europea ha proposto una revisione completa delle norme sulla protezione dei dati nell’UE. Il completamento di questa revisione è una delle priorità politiche per il 2015. L’obiettivo di questa nuova serie di norme è ridare ai cittadini il controllo dei loro dati personali e semplificare il contesto normativo per le imprese. La revisione della protezione dei dati è un fattore chiave per il mercato unico digitale considerato prioritario dalla Commissione e consentirà ai cittadini e alle imprese europee di trarre pienamente vantaggio dall’economia digitale.

Ogni volta che si apre un conto in banca, che ci si iscrive a un sito di social network o che si prenota un volo online, si trasmettono informazioni personali essenziali, quali il nome, l'indirizzo e il numero di carta di credito.

Cosa ne è di questi dati? Potrebbero finire nelle mani sbagliate? Di quali diritti gode il cittadino riguardo ai propri dati personali?

Chiunque ha diritto alla protezione dei dati personali.

Secondo il diritto dell'UE, i dati personali possono essere raccolti soltanto in maniera legale, secondo condizioni rigorose e per scopi legittimi. Inoltre, le persone o le organizzazioni che raccolgono e gestiscono le informazioni personali sono obbligate a proteggerle dall'uso improprio e devono rispettare alcuni diritti dei titolari dei dati, che sono garantiti dal diritto dell'UE.

Ogni giorno, nell'UE, imprese, enti pubblici e singoli cittadini trasmettono grandi quantità di dati personali attraverso i confini nazionali. Il conflitto di norme sulla protezione di dati presenti in vari paesi interromperebbe gli scambi internazionali e le persone potrebbero non voler più trasferire dati personali all'estero se avessero dubbi sul livello di protezione in altri paesi.

Per questo motivo, sono state istituite norme UE comuni per garantire che i dati personali delle persone fisiche usufruiscano di un livello elevato di protezione ovunque nell'UE. Il cittadino ha il diritto di denunciare le irregolarità e di ottenere risarcimento se i suoi diritti sono stati oggetto di uso improprio nell'UE.

La direttiva sul trattamento dei dati personali dell'UE contempla altresì disposizioni specifiche per il trasferimento di dati personali fuori dall'UE, per garantire la migliore protezione possibile dei dati dei singoli cittadini quando vengono esportati all'estero.

Le problematiche della giustizia su Twitter