Percorso di navigazione

Assegnato il premio Lorenzo Natali 2015 a 9 storie sullo sviluppo

Matita su sfondo verde

Ieri notte si è svolta la cerimonia di premiazione del premio media Lorenzo Natali della Commissione Europea.

 
2016/01/15

Selezionati tra 1400 partecipanti, i nove vincitori dell'edizione 2015 si sono distinti per la qualità giornalistica dei lavori presentati. I temi dei reportage premiati andavano dall'economia dei rifiuti informatici in Ghana ai metodi di allevamento innovativi nelle bidonville del Kenya, dalla criminalità legata alle droghe in Messico alla prostituzione minorile in Myanmar.

Il Grand Prize è stato assegnato al camerunense Arison Tamfu per la sua storia "Africa's billions might be buried foreverpdf", pubblicata dal Cameroon Daily Journal, che racconta come l'uso delle energie rinnovabili stia migliorando la vita nelle comunità rurali in Africa.

Il premio per la sezione Paesi arabi e Medio Oriente è andato al giornalista italiano Jacopo Ottaviani per il reportage E-waste Republic, pubblicato da Al Jazeera. Il suo reportage ci porta ad Accra, in Ghana, in una delle più grandi discariche di rifiuti elettronici del mondo, un luogo estremamente inquinato e pericoloso per chi ci lavora, ma anche una fonte di risorse da riciclare.

Il premio Natali, istituito nel 1992 dalla Commissione europea, è dedicato alla memoria di Lorenzo Natali, ex Commissario per lo Sviluppo e strenuo difensore della libertà di espressione, della democrazia, dei diritti umani e dello sviluppo.

Per saperne di più 

Elenco dei vincitori e delle storie 

Sito del premio

Comunicato stampa della Commissione

 

 

 

Altri strumenti

  • Versione stampabile
  • Riduci carattere
  • Ingrandisci carattere