Percorso di navigazione

Presentazione
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint
Presentazione

Rappresentanza in Italia e Rappresentanza regionale a Milano

Le Rappresentanze della Commissione europea nei paesi membri dell'Unione assicurano un rapporto costante fra l'Esecutivo europeo, le istituzioni pubbliche nazionali e locali e il grande pubblico. Esse garantiscono l'informazione e la comunicazione verso i cittadini europei. Sono coordinate dalla DG Comunicazione della Commissione europea, sotto la guida del vicepresidente della Commissione Viviane Reding.


Nel quadro di queste competenze e del rapporto di collaborazione la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e la Rappresentanza regionale di Milano:

  • offrono al cittadino una conoscenza approfondita delle attività dell'Unione in particolare attraverso questo sito, newsletter periodiche, la pubblicazione semestrale di "Dossier Europa" (ora anche on-line) e la realizzazione di prodotti su temi specifici, oltre alla diffusione in italiano di comunicati stampa e dei documenti principali della Commissione;
  • assicurano l'informazione e la formazione costante dei giornalisti sulle decisioni e sugli orientamenti della Commissione europea in particolare attraverso una rete informatica di diffusione di documenti per i media, la partecipazione diretta ad trasmissioni della radio e della televisione, l'organizzazione di seminari di formazione, il sostegno ad iniziative audiovisive ed il coordinamento di una rete di giornalisti (European Press Club) e l'organizzazione di conferenze stampa;
  • sostengono la produzione e la diffusione di prodotti audiovisivi sulle tematiche europee, attraverso appositi inviti a presentare proposte (APCAV);
  • comunicano con le istituzioni politiche, gli attori economici e sociali, la società civile organizzata ed il mondo dell'educazione, in particolare attraverso proprie iniziative o patrocini morali a favore di manifestazioni a carattere europeo o contributi diretti a promuovere la realizzazione di obiettivi che si iscrivono nel quadro di una politica dell'Unione europea. La concessione di questi contributi è oggetto di una programmazione annuale e avviene attraverso inviti pubblici a presentare proposte, regolati dai principi di trasparenza, uguaglianza di trattamento e co-finanziamento;
  • realizzano azioni di comunicazione su temi prioritari di interesse europeo, in particolare attraverso l'organizzazione di eventi e conferenze rivolte al grande pubblico o a settori specializzati sul territorio italiano;
  • promuovono eventi popolari durante la settimana dell'Europa che si svolge ogni anno in occasione del 9 maggio - Festa dell'Europa;
  • cooperano con l'Ufficio per l'Italia e con l'Ufficio di Milano del Parlamento europeo nel quadro degli accordi interistituzionali fra le due Istituzioni;
  • promuovono campagne d'informazione nel quadro di un Memorandum di Intesa sottoscritto con il governo italiano ed in collaborazione con i poteri locali e regionali (ANCI, UPI e Conferenza dei Presidenti delle Giunte Regionali);
  • coordinano le reti di informazione sull'Unione europea, in particolare la rete "Europe Direct" (ex Info-Point Europe e Carrefours d'informazione e animazione rurale), i CDE (Centri di Documentazione europea) e la rete di conferenzieri "Team Europe", organizzando a livello locale dialoghi con i cittadini su temi prioritari come la crescita e l'occupazione, l'ambiente e lo sviluppo sostenibile, l'educazione e la gioventù, la sicurezza interna e la giustizia;
  • collaborano con il mondo della scuola e con le autorità; pubbliche competenti per sviluppare azioni di formazione, concorsi (come "Europa alla lavagna"), iniziative di dibattito (come la "Primavera dell'Europa"), volte a sviluppare la conoscenza dell'Europa e il sentimento della cittadinanza europea;
  • sostengono l'organizzazione di visite di informazione presso le istituzioni europee a Bruxelles;
  • organizzano visite ufficiali e partecipazione a eventi pubblici in Italia dei Commissari europei;
  • mettono a disposizione del cittadino informazioni e consulenza specializzata nel settore giuridico (Eurojus) o nei concorsi, nei bandi di gara e nei tirocini. Partecipano ad attività; di formazione sulle politiche dell'Unione.

Inoltre, le Rappresentanze in Italia stimolano e facilitano lo sviluppo di un dibattito pubblico, nazionale e locale, sul futuro dell'Europa, sulle sue politiche e sulle sue riforme, nell'ambito del "Piano D" (D come dialogo, democrazia e dibattito) approvato dalla Commissione europea nell'ottobre 2005.

Un flusso regolare di informazioni sulle tendenze politiche, economiche, sociali e culturali nei paesi membri dell'Unione viene anche inviato dalle Rappresentanze a Bruxelles affinché la Commissione ne tenga conto nell'esercizio dei suoi poteri.

Ultimo aggiornamento: 21/06/2011  |Inizio pagina