Percorso di navigazione

Una coscienza critica fondamentale per rendere i giovani protagonisti
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

05/07/2012


“Europa, un futuro condiviso". Questo il titolo del primo incontro della scuola di politica e pedagogia sociale “Akadémeia”, organizzato dall'Associazione Piazza del Gesù.

    Una coscienza critica fondamentale per rendere i giovani protagonisti

    "La formazione per i giovani in ambito socio-politico non rappresenta un’attività solamente nozionistica, ma al contrario punta a trasformare le giovani generazioni in uomini e donne consapevoli dei mutamenti in atto e pienamente partecipi al processo democratico", ha detto nell'occasione Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza della Commissione europea in Italia.

    Il termine “Akadémeia”, ricorda Battistotti, ci riporta alla Scuola filosofica di Atene fondata da Platone che proponeva di tenere distinti apparenza ed essenza, di non cadere in giudizi e in decisioni prese frettolosamente, ma di mantenere distanza riflessiva rispetto alle cose al fine di comprenderne la loro vera essenza. Ed è proprio prendendo spunto dall’appello di Platone che dobbiamo ripartire assumendoci l’arduo compito di stimolare e infondere nelle giovani generazioni una coscienza critica per poter diventare protagonisti di un cambiamento sociale e culturale.

    Ultimo aggiornamento: 10/07/2012  |Inizio pagina