Percorso di navigazione

Primavera dell’Europa
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

08/03/2008

Le scuole alla scoperta dell’Unione europea

Per tutti gli studenti la primavera rappresenta un periodo di preparazione alle sfide successive che lo studio riserverà prima dell’estate. E, da sei anni a questa parte, la primavera è la stagione nella quale l’Unione europea irrompe nelle scuole attraverso l’iniziativa Primavera dell’Europa, organizzata anche quest’anno dalla Commissione insieme al Parlamento europeo e dalle altre istituzioni europee.

    Primavera dell’Europa

    Nell’ambito della Primavera dell’Europa, che è partita il 25 marzo e si concluderà il 30 giugno, insegnanti e studenti di tutta Europa sono invitati e aiutati a organizzare giornate europee di scambi, di dibattiti, di incontri con rappresentanti istituzionali ed accademici per meglio comprendere e discutere sui contenuti del progetto europeo e sulle principali sfide che dovrà affrontare nei prossimi decenni.

    Giunta ormai alla sesta edizione, la campagna mira a sensibilizzare i più giovani al progetto europeo e a renderli consapevoli della loro qualità di cittadini europei, fornendo informazioni su tutto ciò che riguarda il mondo delle istituzioni e delle politiche europee. Il programma della Primavera dell’Europa è già fittissimo e prevede una lunga carrellata di iniziative nelle scuole. I festeggiamenti di questa stagione di fioritura e allegria conosceranno momenti particolarmente significativi in occasione del prossimo 9 maggio, Festa dell’Europa.

    La partecipazione è aperta a tutte le scuole dell’Unione, da quelle per l’infanzia a quelle secondarie, nonché agli istituti di tutto il resto del mondo. Nel 2008, infatti, la campagna varca i confini del nostro continente, sposando pienamente lo spirito e gli obiettivi dell’Anno europeo del dialogo interculturale, per promuovere tra i giovani il confronto e per stimolare la consapevolezza della diversità culturale, una considerevole risorsa per l’Europa. L’iniziativa fa inoltre parte del “Piano D” per accrescere la democrazia promovendo il dialogo tra i cittadini e le istituzioni dell’UE e stimolando il dibattito sulle questioni europee.
    La Primavera dell’Europa vanta già una storia di successi. Varata nel 2002 allo scopo di coinvolgere i ragazzi in un gioco divertente e utile per apprendere di più sulla nostra comune casa europea e sulle regole che vigono al suo interno, la prima edizione aveva riscosso un notevole successo grazie alla partecipazione attiva di circa 750.000 allievi.
    Per aiutare insegnanti e studenti a organizzare le loro attività nell’ambito della Primavera dell’Europa, la Commissione ha messo a disposizione degli interessati, attraverso l’apposito portale http://www.springday2008.net, una serie di risorse (materiali curriculari tradizionali o legati all’utilizzo delle tecnologie informatiche, gare, concorsi, giochi ecc.). Navigando sul sito, i partecipanti potranno registrarsi e utilizzare tutti i materiali messi a disposizione per poter svolgere meglio le loro iniziative.


    8 aprile 2008

    Link utili:

    Ultimo aggiornamento: 30/10/2010  |Inizio pagina