Percorso di navigazione

Partenariato UE-Russia: il Viceperesidente della Commissione Tajani e il Ministro russo Khristenko si impegnano ad intensificare il dialogo e approfondire la cooperazione
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

22/10/2010

Il Vicepresidente della Commissione europea, responsabile dell'Industria e dell' Imprenditoria, Antonio Tajani ha incontrato oggi a Roma il Ministro per l'Industria e il Commercio della Federazione russa Viktor Khristenko. L'incontro si è svolto nell'ambito del Partenariato UE-Russia per la modernizzazione, avviato lo scorso 1° giugno 2010 e volto a migliorare la cooperazione UE-Russia al fine di contribuire alla modernizzazione, diversificazione e apertura dell'economia russa.  Il Vicepresidente Tajani e il Ministro Khristenko hanno pertanto esaminato i progressi raggiunti fino ad oggi nel dialogo sulla regolamentazione e le politiche industriali e si sono accordati sulla necessità di incontrarsi due volte l'anno per imprimere l'impeto politico necessario, coinvolgendo nelle discussioni le parti interessate dell'amministrazione russa e della Commissione europea, oltre che i rappresentanti delle industrie e delle associazioni imprenditoriali.

    Partenariato UE-Russia: il Viceperesidente della Commissione Tajani e il Ministro russo Khristenko si impegnano ad intensificare il dialogo e approfondire la cooperazione

    In particolare, sottoscrivendo oggi una dichiarazione congiunta, le controparti si sono impegnate a rafforzare il dialogo in materia di regolamentazione e di politiche industriali e delle imprese,    accrescere la continuità, l'efficienza e l'efficacia di questo dialogo e accelerare la convergenza dei regolamenti tecnici, degli standard industriali e della procedure di valutazione della conformità in modo da ridurre le barriere tecniche al commercio e agevolare l'accesso reciproco ai mercati. Il Vicepresidente Tajani e il Ministro Khrisenko si sono inoltre impegnati a individuare le nuove aree volte allo scambio di esperienze e delle migliori pratiche, segnatamente riguardo alle politiche industriali e in materia di innovazione.

    Duratne i colloqui, è stato anche sottolineato che l'UE e la Russia si trovano ad affrontare la sfida rappresentata dalla necessità di stimolare l'innovazione, migliorare la competitività e realizzare una crescita economica sostenibile, improntata a un uso efficiente delle risorse, riconoscendo la disponibilità e la ricerca intensiva nell'uso efficiente delle materie prime  come un fattore chiave per una politica industriale moderna e di successo.

    Link connessi

    Ultimo aggiornamento: 31/10/2010  |Inizio pagina