Percorso di navigazione

Le radio d'ateneo in Italia diventano voci dell'Europa
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

13/02/2012


Dal 27 gennaio la rete dei media universitari Ustation, in collaborazione con RadUni, rilancia due format radiofonici settimanali prodotti dalla Commissione UE in ItaliaLe radio d'Ateneo diventano voci dell'Europa.

    Le radio d'ateneo in Italia diventano voci dell'Europa

    Dal 27 gennaio le antenne del primo network nazionale dei media universitari Ustation.it (www.ustation.it), in collaborazione con l'associazione degli operatori radiofonici RadUni (www.raduni.org), trasmettono nei loro circuiti due format settimanali prodotti dalla Rappresentanza della Commissione europea in Italia. I prodotti radiofonici che le antenne universitarie manderanno in onda sono 22 minuti, Una settimana d'Europa in Italia, un programma che ripercorre i fatti salienti di sette giorni attraverso reportage e interviste, e Un libro per l'Europa, una finestra dedicata ad autori e volumi che affrontano temi rilevanti per i cittadini dell'Unione. I redattori delle testate universitarie avranno inoltre la possibilità di intervistare esponenti del mondo politico, culturale e scientifico del vecchio continente. Le due trasmissioni sono illustrate musicalmente con dischi di giovani musicisti italiani ed europei, scelti da Luca D'Ambrosio e www.Musicletter.it, nell'operazione Un disco per l'Europa.

    Questa collaborazione si configura come prima tappa di un progetto più ampio volto ad alimentare il sentimento d'appartenenza europea negli universitari, la costruzione di uno spazio pubblico rivolto ai giovani e il sostegno del giornalismo partecipativo. "Questa alleanza ha un grandissimo valore per le radio d'Ateneo – spiega Gianluca Reale Ceo di Umedia srl e socio fondatore di Ustation.it – consolida l'orientamento dell'intero network dei media universitari, intrapreso da RadUni con l'adesione alla Community Media Forum Europe, verso una prospettiva europea e costituisce una straordinaria opportunità per i nostri studenti reporter". Esprime la propria soddisfazione in proposito anche Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza: "Spero che questa cooperazione sia fruttuosa per tutti e porti a una maggiore partecipazione alla sfera pubblica europea da parte degli studenti italiani e ascoltatori delle radio universitarie".

    "La coesione sociale si costruisce con la corretta comunicazione rapportandosi ai giovani e superando i nazionalismi" - rimarca Thierry Vissol, Consigliere Speciale Media & Comunicazione alla Rappresentanza e autore dei due format - "In quest'ottica il rapporto con i media universitari ha un' importanza strategica". Per promuovere questo scambio il portale Ustation (www.ustation.it) dedicherà una pagina (Una radio per l’Europa) dove poter ascoltare i due format, trovare links e informazioni utili in materia di cittadinanza europea.

    Link connessi

    Ultimo aggiornamento: 13/02/2012  |Inizio pagina