Percorso di navigazione

Anteprima RegioEuropea domenica 2 dicembre
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

30/11/2012


Si parlerà di Erasmus e del sondaggio condotto da Ipsos su come i cittadini italiani percepiscono l'Europa, nella puntata del 2 Dicembre di RegionEuropa, il settimanale della TGR. Inoltre da Strasburgo Dario Carella racconterà il caso delle compagnie assicurative italiane le quali discriminerebbero i cittadini del meridione facendo pagare loro polizze automobilistiche fino al 63% più care che al nord. La trasmissione, a cura Dario Carella, va in onda in onda alle 11:30 su Rai Tre e on live sul web in streaming sui siti www.tgr.rai.it  e www.regioneuropa.rai.it.
    Anteprima RegioEuropea domenica 2 dicembre

    "Ha fatto più l'Erasmus per insegnare e far condividere la cittadinanza europea e i valori dell'Unione ai giovani che tanti discorsi": così l'europarlamentare bolognese del PD Salvatore Caronna, membro della commissione per le politiche regionali e la coesione sociale del Parlamento europeo a RegionEuropa, il settimanale della Tgr curato dal vicedirettore dei tg regionali della Rai, che andrà in onda domenica 2 dicembre alle 11:30 su Rai Tre.

    Caronna spiega perché il Parlamento europeo non accetterà mai i tagli di bilancio proposti da Germania e Gran Bretagna insieme ad altri tre paesi del nord Europa, che puntano a cancellare i fondi regionali e i programmi per gli studenti, come appunto Erasmus: "Si tratta di un'impostazione ideologica del tutto estranea alle attuali necessità dell'Unione europea che, anzi, ha bisogno di mantenere l'attuale bilancio onde poter programmare politiche di crescita che aiutino ad uscire dalla crisi". RegionEuropa propone quindi le immagini dell'incontro avvenuto a Strasburgo fra il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz e i ragazzi delle scuole di Marzabotto, città medaglia d'oro della Resistenza e teatro di uno dei più efferati eccidi nazi-fascisti del secondo conflitto mondiale. Un rapporto molto stretto quello fra la cittadina emiliana e Schulz che volle rendere omaggio a una memoria condivisa recandosi a Marzabotto all'indomani della sua elezione al vertice dell'assemblea legislativa dell'UE.

    Il settimanale della Tgr torna quindi sulle conclusioni del recente vertice dei capi di Stato e di governo dei 27 paesi dell'Ue con un commento di Gianfranco Astori, direttore dell'Agenzia Asca, mentre Antonio Silvestri propone una riflessione sulla fiducia degli italiani dell'Ue a partire da una ricerca commissionata all'Ispo dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Il 57 per cento degli italiani ritiene che stare in Europa faccia bene al nostro Paese e giudica positivo l'operato dell'Unione. Tra coloro che hanno maggiore fiducia nell'UE si distinguono laureati, giovani e insegnanti mentre coloro che ne hanno meno sono in maggioranza casalinghe, disoccupati e pensionati.

    Quasi il 70 per cento degli intervistati sa di cosa si occupa l'Unione e ritiene che i temi principali sui quali dovrebbe intervenire siano l'occupazione e la protezione economica ma si chiede all'UE di prendere decisioni a livello sovranazionale nell'ambito della politica estera, di quella riguardante l'asilo e l'immigrazione, e nel campo della ricerca e dell'innovazione. Il Vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani sottolinea in un'intervista come i cittadini abbiano comunque più fiducia nell'Europa che in altre istituzioni, e per quanto riguarda l'euro, pur ritenendo che abbia portato più svantaggi, pensano anche un ritorno alla Lira sarebbe peggio. 

    Da Strasburgo Dario Carella dà conto di un fatto di cui nessuno si è occupato in Italia. Si tratta di un intervento dell' Antitrust che sta valutando l'ipotesi di una violazione della direttiva Ue che vieta le politiche di cartello. La vicenda, emersa in seguito alla denuncia di oltre 90 cittadini della Campania e di altre regioni del Mezzogiorno alla commissione Petizioni del Parlamento europeo (presieduta dall'europarlamentare italiana Erminia Mazzoni del PdL).  La vicenda riguarda le compagnie assicurative italiane le quali, secondo Erminia Mazzoni, discriminerebbero, violando la Carta dei Diritti fondamentali dell'Ue, i cittadini del meridione facendo pagare loro polizze automobilistiche fino al 63% più care che al nord.

    Antonio Silvestri si occupa del settore vitivinicolo, che riveste grande rilevanza nel comparto agricolo nazionale anche per l'importante ruolo nel campo delle esportazioni. Ma l'Italia rischia il sorpasso da parte della Spagna come primo fornitore mondiale di vino in termini di quantità. Lo afferma il "MPS Wine index" elaborato dal Monte dei Paschi di Siena e presentato al recente Forum sul vino italiano: infatti la Spagna ha fatto segnare un aumento record nel 2011 del 25 per cento contro un +9 dell'Italia e il +5 della Francia; la crescita spagnola è stata ottenuta soprattutto grazie ai vini sfusi, mentre dal punto di vista del valore il vino italiano viaggia nel 2012 su un +8 per cento su base annua. All'interno dell'Unione europea il vino italiano ha grandi potenzialità verso est, dove è leader di mercato in Bulgaria, in Ungheria e nella Repubblica slovacca.

    Nel notiziario del settimanale "Qui Bruxelles qui Strasburgo", un'intervista di Dario Carella al farmacologo di fama mondiale, professor Silvio Garattini, che chiede la rapida approvazione in Italia, e senza modifiche, della direttiva europea sul benessere degli animali da laboratorio, che con regole molto severe autorizza la sperimentazione su animali ai fini della ricerca medico-scientifica, mentre Ugo Finetti, direttore del mensile di studi geopolitici "Critica Sociale-Colloqui Italo Britannici" propone una riflessione sulla recente recrudescenza di fenomeni antisemiti in Italia ed in altri paesi europei.

    Infine chiude la puntata di RegionEuropa, come di consueto, Anna Di Benedetto che nei suoi "Angoli" ci fa ascoltare le note di un gruppo inglese conosciuto e amato ancora oggi in tutto il mondo: i Beatles, la cui musica e le cui canzoni tornano in vinile a novembre in tutta Europa. Gli appassionati potranno scegliere tra 14 LP in formato vinile stereo. Gli album originali dei Beatles, pubblicati su cd nel 2009, tornano così al loro originario splendore: era il 5 ottobre del 1962 quando pubblicarono il loro primo singolo “Love me do”.

    "RegionEuropa" è trasmessa in live streaming dalle 11:30 sui siti www.regioneuropa.rai.it curato da Claudio Lanza e www.tgr.rai.it curato da Mario Fatello per la realizzazione di Rai Net ed è sottotitolata per i non udenti alla pagina 777 di Televideo.

    Ultimo aggiornamento: 30/11/2012  |Inizio pagina