Percorso di navigazione

La Commissione europea partecipa all'edizione 2013 del Festival del giornalismo di Perugia
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

12/04/2013


La crisi economica e i modi per uscirne, la partecipazione dei cittadini al processo decisionale europeo, le difficoltà dei giovani ad accedere al mercato del lavoro, il contraddittorio rapporto tra social network e giornalismo tradizionale, la comunicazione europea in Italia. Questi i temi che  caratterizzano la partecipazione della Commissione europea all’edizione 2013 del Festival Internazionale del giornalismo di Perugia.

    La Commissione europea partecipa all'edizione 2013 del Festival del giornalismo di Perugia

    Per il terzo anno consecutivo la Rappresentanza in Italia della Commissione europea sarà partner istituzionale del Festival internazionale del giornalismo che si svolgerà a Perugia tra il 24 e il 28 aprile 2013. 

    L'obiettivo, come sempre, è quello di parlare e far parlare d'Europa attraverso una serie di eventi che saranno ospitati all'interno del programma dell'importante kermesse internazionale. Essendo il 2013 l’anno europeo dei cittadini, il concetto di cittadinanza sarà al centro delle iniziative organizzate dalla Rappresentanza. Si parlerà infatti di diritti dei cittadini e di come questi possono intervenire nel processo decisionale europeo, di come aiutare i giovani ad entrare nel mercato del lavoro, di come si può uscire dalla crisi economica. Ovviamente si parlerà anche di giornalismo, con un focus particolare sull’informazione europea in Italia e del rapporto di “amore e odio” tra social networks e giornalismo tradizionale.

    Quest’anno, la conferenza conclusiva di domenica riunirà tra gli altri Gianni Pittella e Antonio Tajani, rispettivamente vice presidenti del Parlamento europeo e della Commissione europea. I due rappresentanti delle Istituzioni europei si confronteranno con giornalisti e esponenti delle istituzioni italiane per rispondere alla scomoda domanda: “Possiamo fare a meno dell’Unione europea?”.

    L'evento sarà anche l'occasione della cerimonia di premiazione della terza edizione del concorso Premio per i giovani iscritti alle scuole di giornalismo, realizzato in collaborazione con l'Associazione Giornalisti Scuola di Perugia e con il patrocinio del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti.

    Media partner del Concorso e del Festival sono Euronews, Presseurop e Euranet.

    Il programma degli eventi è disponibile a questo indirizzo.

    Contesto

    La Rappresentanza della Commissione europea in Italia funge da voce dell'istituzione e misura il polso della pubblica opinione del paese. Inoltre favorisce il dibattito con il pubblico, alle istituzioni e ai media sull'Unione europea con l'organizzazione e la promozione di eventi, campagne informative, mediante siti, newsletter, eventi, opuscoli, volantini e altro materiale.

    Il programma degli eventi sull'Europa:

    L’Europa verso la disintegrazione?

    http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/europe-heading-towards-disintegration

    Sala Notari – domenica 28 – 11:30/13:00

     

    Da cinque anni la crisi economica-finanziaria-democratica scuote l’Europa. Austerità, disoccupazione, errori politici nella tempistica e nelle risposte dell’Ue hanno creato delle forze centrifughe che mettono a rischio 60 anni di paziente e difficile costruzione europea. Ora tutti sono anche coscienti delle sfide alle quali ogni paese deve fare fronte per sopravvivere in un mondo sempre più complesso e difficile (riscaldamento climatico, sicurezza energetica, alimentare, competizione internazionale, globalizzazione, de-regolazione). Possiamo fare a meno dell’Unione europea?

     

    - Enzo Moavero, Ministro per gli Affari Europei 

    - On. Gianni Pittella, Vicepresidente del Parlamento europeo         

    - On. Marc Tarabella, Parlamento europeo

    - Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea

    - Adriana Cerretelli, Il Sole 24 ore

    Moderatore: A. Matano, Rai (Tg1)

     

    “Social networks, la morte del Giornalismo?”

    Sala Notari – Venerdì 26

    * 14:00 – 14:30: Cerimonia di consegna del Premio Ue “giovani giornalistihttp://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/european-union-young-journalists-award

    Premio per il migliore servizio radio o video o il migliore pezzo internet o stampa scritta su argomenti Ue, presentato da studenti delle scuole di giornalismo italiane e studenti universitari italiani che collaborano con radio universitari.

    - Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

    - Anna Piras, Rai Parlamento

    - Marcello Greco, Rai Tg3

    * 15:00 – 16:30: Dibattito http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/social-networks-the-end-of-journalism

     Lo sviluppo dei social networks e il loro uso sempre più frequente, sia da parte delle Istituzioni, dei politici, dei partiti, sia da parte dei semplici cittadini, delle lobbies, dei gruppi di tutti i tipi, ecc., hanno moltiplicato le fonti di notizie in concorrenza con i media tradizionali nonostante il loro uso sempre più “aggressivo” degli stessi social networks. In realtà, la moltiplicazione esponenziale delle notizie di tutti tipi, spesso di carattere propagandistico, o di tipo sovversivo, fa si che gli utenti non siano in grado di verificare i fonti e la veridicità delle notizie trasmesse. E’ la fine annunciata del giornalismo?

    - Angel Beremlyisky, Commissione europea

    - Giorgio Mennella, AgoraVox Italia

    - Steve Clark, Parlamento europeo

    - Rafaela De Marte, Parlamento europeo

    - Marco Zatterin, La Stampa

    - Luca de Biase, Sole 24 Ore

    Moderatrice: Anna Piras, Rai Parlamento

     

    - “Un libro per l’Europa” – Conferenza – domenica 28 – alle 9:30

     http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/un-libro-per-leuropa

    Libro di Gianni Pittella, Vicepresidente del Parlamento europeo ed Egidio Fazi. Con Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Moderatore: Thierry Vissol, Commissione europea

    “Breve storia del futuro degli Stati Uniti d’Europa” Fazi Editore, 2013

     

    Il futuro: la “Data driven economy”:

    http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/the-future-the-data-driven-economy

    Venerdì 26  – 17:30-19.00 – sala Lippi

    Viviamo sempre di più in un mondo di attività che risultano dalla “data driven economy”: la produzione, la distribuzione e l’utilizzo di informazioni digitali di tutti tipi, diventano una forza centrale della crescita economica. Bande larghe mobili, sempre più facili da usare anche in paesi in via di sviluppo, conducono a una trasformazione tecnologica e sociale fondamentale. Grandi numeri di dati, i sistemi di memorizzazione, di manipolazione, di analisi delle enormi quantità di dati – stanno cambiando il modo in cui imprese e governi prendono le loro decisioni.  Eppure, questo settore economico rimane poco conosciuto, regolato e sfruttato.

    - Prof. Carlo Maria Medaglia, La Sapienza

    - Anguel Beremliysky, Commissione europea

    - Pierdavid Pizzocchero, Portavoce di Fabrizio Barca, Ministro per la Coesione territoriale

    - Roberto Masiero, Presidente di “Innovation Knowledge Foundation”

    Moderatrice: Mila Fiordalisi, Corriere della Comunicazione

     

     

     

    Lavoro: c’è ancora posto per i giovani?

     www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/work-and-unemployment-is-there-still-room-for-the-young

    Sabato 27 – 15:00-16.30 – sala Lippi

    La situazione del mercato del lavoro per i giovani, particolarmente nei paesi del sud dell’Ue si sta deteriorando da più anni. I tassi di disoccupazione giovanile possono salire fino a 50 % come in Grecia, sopra il 35 % in Italia, Spagna o Portogallo. Una situazione inaccettabile che mette anche a rischio la democrazia. Chi è il colpevole? I giovani? Si può fare qualcosa?

    - Carmen Nettis, Eures – Italia

    - Luca Visentini, S. G. Confederazione dei Sindacati europei

    - Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

    - Lorenzo Robustelli, Direttore EU News

    - Prof. Andrea Bollino, Università di Perugia

    Moderatore: Tonia Mastrobuoni, La Stampa

     

     

    Diritti dei cittadini: la fine della Democrazia?

     Sabato 27 – 17:30 – sala Lippi

    Il 2013 è l’anno europeo dei cittadini. In realtà, questa nozione di cittadino europeo non è chiara. Oltre alla crisi che allontana i cittadini dal progetto europeo, non si capisce bene il ruolo del cittadino nel processo di decisione europeo, di che tipo di cittadinanza europea beneficiano gli europei, di che tipo di diritti possono usufruire, la differenza tra i diritti nazionali e quelli europei. Il processo decisionale dell'Ue rimane oscuro, le decisioni prese sembrano tenere ben poco conto dei cittadini anch’essi poco consapevoli della posta in gioco. Vista l'importanza – ben nota da tutti oggi - dell'Ue nella gestione della crisi, questa crisi economica va di pari passo con una crisi di democrazia.

    - Giovanni Moro, Fondaca

    - Thierry Vissol, Commissione europa

    - Eric Joszef, Libération

    - Gianpaolo Accardo, Presseurop

    Moderatrice: Tiziana Di Simone, RAI1 e RAI GR Parlamento

     

     

    Libri: Comunicare l’Europa in Italia.

    http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2013/communicating-europe

    Centro Servizi G. Alessi

    Sabato 27 – 15.30-17.00

    Come comunicano oggi le istituzioni europee in Italia? Quali sono gli attori principali che governano l'informazione europea? Quali le mancanze e quali le opportunità? Sono questi gli interrogativi principali che affronterà il workshop prendendo spunto dal libro omonimo curato da Lucia D'Ambrosi e Andrea Maresi in uscita ad aprile 2013 che affronta tutti questi interogativi nel contesto della crisi economica e delle istituzioni tradizionali, e con la consapevolezza della crescente necessità dei cittadini di informazione e trasparenza dell'operato delle istituzioni europee e in generale del mondo politico.

    Organizzato in collaborazione con Parlamento europeo - Ufficio d’Informazione in Italia

    -          David Carretta, Radio Radicale

    -          Andrea Maresi, Parlamento europeo

    -          Enrico Maria Mayhofer, Il Velino

    -          Beda Romano, Il Sole 24 Ore

    -          Roberto Santaniello, Comune di Milano

    -          Paolo Saraca Volpini, Commissione europea

     

     

     

     

    Link connessi

    Ultimo aggiornamento: 25/04/2013  |Inizio pagina