Percorso di navigazione

Al via rete europea per lo sviluppo rurale
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

16/10/2008

 

La Commissione europea lancerà la rete europea per lo sviluppo rurale in occasione di una conferenza ad alto livello che si terrà domani a Cipro. La rete riunirà decisori, amministratori, accademici ed altri operatori di rilievo del settore, provenienti da ogni parte dell’Unione europea, ed offrirà loro la possibilità di scambiare più facilmente opinioni, informazioni ed esperienze. La rete contribuirà a far sì che la politica europea dello sviluppo rurale sia in grado di far fronte alle sfide del XXI secolo.

    Al via rete europea per lo sviluppo rurale

     

    La commissaria europea per l’agricoltura e lo sviluppo rurale Mariann Fischer Boel ha dichiarato: “Il segreto di una buona politica sta in una combinazione di idee valide, di informazioni affidabili e di esperienza pratica. La rete europea per lo sviluppo rurale ci permetterà di condividere tutto ciò a livello paneuropeo e contribuirà a migliorare ulteriormente i risultati della politica europea di sviluppo rurale, in un momento in cui la nostra capacità di raccogliere importanti sfide a livello economico, ambientale e sociale dipende proprio da questa politica”.

    Il ruolo della politica europea di sviluppo rurale è fondamentale nelle zone rurali, che occupano il 91% del territorio dell’UE e nelle quali vive oltre la metà della popolazione dei ventisette Stati membri. Si tratta di uno strumento politico di vitale importanza per accrescere la competitività dei settori agricolo e silvicolo, preservare l’ambiente e stimolare la crescita e l’occupazione nelle comunità rurali.

    In molti Stati membri sono già operanti reti nazionali di sviluppo rurale grazie alle quali questi Paesi metteranno a punto regimi finanziati dalla politica di sviluppo rurale dell’UE. Lo scambio di idee, di informazioni e di esperienze che avviene in queste sedi diventerà ancora più proficuo se lo si porterà a livello europeo. Le esperienze acquisite grazie alla rete europea per lo sviluppo rurale incideranno sulla futura politica di sviluppo rurale.

    La nuova rete sarà varata in occasione di una conferenza dal titolo “Europe’s rural areas in action: facing the challenges of tomorrow” (Le zone rurali d’Europa in azione: raccogliere le sfide del futuro), alla quale parteciperanno ministri, agricoltori, organizzazioni non governative, rappresentanti delle autorità ed altri operatori nonché esperti della politica di sviluppo rurale. Insieme, essi dovranno fare il punto sull’attuale politica per stabilire se essa risponda adeguatamente alle sfide che deve affrontare l’Europa rurale.

    La conferenza si articola in cinque gruppi di lavoro dedicati alla competitività a livello mondiale, ai cambiamenti climatici, all’assetto territoriale e ai beni pubblici, alla diversità delle zone rurali ed a strategie di buona amministrazione.

    Tra gli altri interverranno alla conferenza Mariann Fischer Boel, commissaria UE per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, Androulla Vassiliou, commissaria UE per la sanità, Neil Parish, eurodeputato e presidente della commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale del Parlamento europeo, nonché rappresentanti della Presidenza francese dell’UE, del Comitato delle regioni, del Comitato economico e sociale europeo e della Corte dei conti europea.

     

    Ulteriori informazioni sulla conferenza si possono trovare consultando il seguente sito:http://www.aimgroup.eu/2008/cyprusagri/index.html

    Link utili:

    Il comunicato della Commissione

    La politica di sviluppo rurale UE

    Informazione relativa

    Ultimo aggiornamento: 30/10/2010  |Inizio pagina