Percorso di navigazione

Maltrattamenti nei confronti degli anziani
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

17/03/2008

Secondo un recente sondaggio si tratta di un fenomeno diffuso

Secondo un sondaggio Eurobarometro presentato oggi dalla Commissione, in Europa gli anziani sono esposti al rischio di trascuratezza e maltrattamenti. Quasi la metà dei cittadini dell’Unione europea (il 47 %) ritiene che si tratti di un fenomeno diffuso nel loro Paese, un problema che, con l’invecchiamento della popolazione, non farà che aggravarsi. Ad una conferenza di alto livello svoltasi oggi a Bruxelles, responsabili politici ed esperti hanno discusso della qualità dell’assistenza offerta agli anziani non autosufficienti e hanno dibattuto di come prevenire i maltrattamenti nei confronti di queste persone.

    Maltrattamenti nei confronti degli anziani

    “Rischiamo tutti di diventare, con l’età, dipendenti dall’aiuto di qualcuno e, attualmente, non possiamo essere sicuri che saremo trattati degnamente”, ha dichiarato il commissario europeo agli affari sociali Vladimír ┼ápidla. “Gli Stati membri hanno iniziato ad affrontare il problema: sostengono meglio i fornitori dei servizi d’assistenza e le famiglie offrendo formazione e consulenza, proteggono gli anziani attivando gruppi di sostegno e linee telefoniche di emergenza, creano sistemi trasparenti ed imperniati sulle esigenze dei pazienti per monitorare la qualità delle cure di lunga durata. Mi compiaccio di questi sforzi, ma occorre farne molti di più in tutta Europa”.

    Con l’allungarsi della vita degli europei, si prevede che nell’UE la percentuale di ultraottantenni aumenterà di tre o quattro volte per arrivare al 12 % entro il 2050. Sempre più persone dipenderanno dalle cure di parenti o di badanti professionisti e saranno esposte al rischio di trascuratezza o, addirittura, di maltrattamenti. I maltrattamenti – di tipo fisico o psicologico – possono assumere svariate forme, ma il più delle volte sono dovuti, più che all’intenzione di sfruttare o danneggiare persone vulnerabili, all’incapacità di gestire lo stress e di conciliare gli impegni della vita quotidiana con le esigenze dell’anziano.

    Il rischio di maltrattamenti a danno delle persone anziane è percepito in modo diverso nei vari Paesi dell’UE, ma il rispetto della dignità e dei diritti fondamentali degli anziani non autosufficienti sta diventando uno dei problemi più importanti in tutte le società europee.

    L’obiettivo della conferenza di oggi è quello di avviare, su scala europea, un ampio dibattito sui modi per risolvere al meglio questo problema, presentare informazioni riguardanti la diffusione dei maltrattamenti a danno degli anziani, studiare le cause del fenomeno ed i relativi fattori di rischio ed esaminare possibili strategie di prevenzione.


    17 marzo 2008

    Link utili:

    Ultimo aggiornamento: 30/10/2010  |Inizio pagina