Percorso di navigazione

La Commissione adotta il programma di lavoro 2012 per il rinnovamento europeo
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

15/11/2011

 

La Commissione europea ha adottato oggi il programma di lavoro per il prossimo anno, intitolato "Realizzare il rinnovamento europeo", in cui definisce le modalità che intende seguire per introdurre ulteriori misure per il 2012, basandosi sull'ambiziosa serie di proposte, già presentate, volte a rispondere alla crisi economica. Il programma traduce in azioni concrete, da realizzare entro il 2012, le priorità politiche individuate dal presidente Barroso nel suo discorso sullo stato dell'Unione.

    La Commissione adotta il programma di lavoro 2012 per il rinnovamento europeo

    Il programma sottolinea che, il prossimo anno, sarà necessario adoperarsi con particolare impegno per portare avanti le proposte già adottate o in preparazione nelle prossime settimane, e che prevedono misure sull'economia e il mercato unico, nonché l'ampia gamma di proposte in corso di formulazione sui programmi di spesa per realizzare la riforma e il rinnovamento. Le nuove proposte si baseranno su questo programma allo scopo di rafforzare lo slancio verso una crescita capace di creare posti di lavoro.

    Il presidente Barroso ha dichiarato: "Nel mio discorso sullo stato dell'Unione ho fatto un appello per un rinnovamento europeo. La priorità assoluta è adottare, e attuare rapidamente, l'ambizioso pacchetto di proposte per ripristinare la fiducia nell'economia europea. Il programma di lavoro della Commissione va ben oltre e si concentra sulle misure che permetteranno di far fronte alle attuali difficili prospettive economiche".

    Le priorità fondamentali per i prossimi 12 mesi sono:

    Costruire un'Europa improntata alla stabilità e alla responsabilità

    Il completamento della riforma del settore finanziario entro il 2012 è uno degli obiettivi principali del programma, con particolare riguardo per la tutela degli investitori. La Commissione adotterà anche iniziative volte a tutelare il reddito pubblico in ambiti come quello dei "paradisi fiscali" e della frode in materia di IVA.

    Costruire un'Unione all'insegna della crescita e della solidarietà

    Giunto ormai al suo 20° anniversario, il mercato unico rimane il più importante strumento per la crescita e la creazione di posti di lavoro. Il prossimo anno l'Unione europea si adopererà in modo particolare per migliorare il mercato unico del digitale, infondendo nei consumatori e negli operatori la fiducia nelle transazioni online. L'agenda europea globale per i consumatori permetterà di definire ulteriori misure per aiutare i consumatori a sfruttare al meglio le possibilità offerte dal mercato unico.

    Altre misure avranno l'obiettivo di stimolare una ripresa che sia fonte di occupazione e di continuare a modellare un'economia sostenibile, vitale sul lungo periodo. A questo proposito sono previste misure in materia di pensioni, emissioni dei veicoli e approvvigionamento idrico.

    Permettere all'UE di esprimersi in modo incisivo a livello mondiale

    La ripresa economica dell'Unione europea e la sua portata politica dipendono da un'UE unita in quanto migliore piattaforma possibile per difendere e promuovere i nostri interessi e i nostri valori. Oltre a sostenere una vasta gamma di accordi commerciali, l'Unione europea continuerà a offrire sostegno per lo sviluppo pacifico e prospero del sud del Mediterraneo.

    In tutti questi ambiti il programma di lavoro sottolinea la necessità che l'UE resti unita e ci esorta a lavorare insieme per garantire che le proposte e le idee siano tradotte in norme e si concretizzino a livello pratico sul terreno.

    Contesto

    Il discorso sullo stato dell'Unione che il presidente Barroso ha pronunciato a fine settembre 2011 ha aperto un dibattito sulle priorità dell'Unione per l'anno venturo. Il programma di lavoro della Commissione tiene conto di questi scambi e suggerisce azioni concrete per il 2012 e oltre.

    Il programma di lavoro della Commissione è accompagnato da tre allegati:

    • un elenco di 129 iniziative che la Commissione intende realizzare nel 2012, oltre ad altre possibili azioni che prenderà in considerazione fino alla fine del suo mandato (allegato I);
    • un elenco di iniziative per la semplificazione e la riduzione degli oneri amministrativi (allegato II) e un elenco delle proposte pendenti ritirate (allegato III).

    La Commissione si appresta ora ad operare in stretta collaborazione con il Parlamento europeo e il Consiglio, nonché con le parti interessate, tra cui i Parlamenti nazionali, al fine di garantire un'ampia titolarità delle priorità politiche e delle iniziative individuali.

    Link connessi

    Ultimo aggiornamento: 21/11/2011  |Inizio pagina