Percorso di navigazione

Il Consiglio europeo di Bruxelles: affari istituzionali, clima, crisi economica e immigrazione
RSSTwitter
Inviare questa pagina per posta elettronicaInviare questa pagina per posta elettronicaPrintPrint

30/10/2009

Rilevando che l'Unione necessita rapidamente di chiarezza sul suo assetto istituzionale per poter funzionare in modo efficace, il Consiglio europeo ha auspicato il rapido completamento del processo di ratifica affinché il trattato entri in vigore prima della fine dell'anno. Il Consiglio europeo ha definito la posizione dell'UE in riferimento alla prossima conferenza di Copenaghen sui cambiamenti climatici...

    Il Consiglio europeo di Bruxelles: affari istituzionali, clima, crisi economica e immigrazione

    Il Consiglio europeo ha definito la posizione dell'UE in riferimento alla prossima conferenza di Copenaghen sui cambiamenti climatici, che consentirà all'UE di svolgere un ruolo costruttivo nella fase conclusiva della negoziazione, in particolare su temi fondamentali quali finanziamento, trasferimento di tecnologie, adattamento, mitigazione e buona governance. Il Consiglio europeo ha fatto il punto della situazione economica, finanziaria e occupazionale, sottolineando segnatamente la necessità di mettere a punto una strategia coordinata di uscita dalle politiche di stimolo su larga scala, quando la ripresa sarà assicurata. Ha adottato la strategia dell'UE per la regione del Mar Baltico, che costituisce un quadro integrato per affrontare sfide comuni. Ha fatto il punto dei progressi realizzati nell'attuazione delle misure relative all'immigrazione clandestina e chiesto di compiere ulteriori sforzi, segnatamente per quanto riguarda il potenziamento di FRONTEX. Il Consiglio europeo ha infine affrontato la situazione in Afghanistan/Pakistan.

     

            

                Il Presidente della Commissione José Barroso insieme ai leader dei 27 per la tradizionale foto di famiglia

    Link connessi

    Ultimo aggiornamento: 30/10/2010  |Inizio pagina