Percorso di navigazione

Altri strumenti

Atto per il mercato unico

L’Europa deve agire concretamente per creare maggiore prosperità e occupazione e, sotto la spinta della crisi finanziaria, deve farlo in fretta. Per questo motivo la Commissione europea ha adottato l’Atto per il mercato unico, che prevede una serie di misure per stimolare l’economia europea e creare occupazione.

Dal 1992, il mercato unico ha apportato enormi benefici e creato nuove opportunità. La libera circolazione delle merci, dei servizi, dei capitali e delle persone non è tuttavia esente da problemi. In alcuni settori non esiste un mercato europeo veramente integrato. Lacune legislative, ostacoli amministrativi e un’applicazione insoddisfacente delle norme impediscono di sfruttare pienamente le potenzialità del mercato unico.

Serve anche molta più fiducia nel mercato unico per contribuire a stimolare la crescita economica. L’Europa deve agire con maggiore forza e convinzione per dimostrare che il mercato unico è sinonimo di progresso sociale e di vantaggi per i consumatori, i lavoratori e le piccole imprese.

L’Atto per il mercato unico presentato dalla Commissione nell’aprile 2011 identificava dodici leve per stimolare la crescita e rafforzare la fiducia. Nell’ottobre 2012 la Commissione ha proposto un’altra serie di azioni (Atto per il mercato unico II) per sviluppare ulteriormente il mercato unico e attingere al potenziale non ancora sfruttato per favorire la crescita.

Atto per il mercato unico II (ottobre 2012)

Documenti di riferimento

Atto per il mercato unico I (aprile 2011)

Risultati del dibattito pubblico (11.2010 - 02.2011)

Testo dell’ottobre 2010

Documenti di riferimento