Archivio notizie
Gli utenti dell'IMI sono soddisfatti

In un recente sondaggio tra tutti gli utenti dell'IMI, l'86% di coloro che hanno risposto ha dichiarato che trovava il sistema facile da usare. Inoltre, il 71% di quelli che hanno già sperimentato la nuova versione la giudica più semplice da usare di quella precedente.

Il nuovo IMI ha una nuova veste e una presentazione articolata su più schede che permette di visualizzare contemporaneamente più parti dell'applicazione.

Per saperne di più sul sondaggioPDFEnglish

Risposte ai rilievi più frequentemente espressi nel sondaggioPDF




Il regolamento IMI pubblicato nella Gazzetta ufficiale

È stata compiuta l'ultima formalità necessaria perché il regolamento IMI acquisti forza di legge: il regolamento è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 14 novembre 2012PDF ed entrerà in vigore 20 giorni più tardi, ossia il 4 dicembre 2012.




Il Parlamento europeo approva il regolamento IMI

L'11 settembre 2012 il Parlamento europeo ha espresso un voto favorevole al nuovo regolamento IMIPDF. Il regolamento, che offre tutte le garanzie necessarie per la protezione dei dati personali e permette di estendere in modo flessibile l'IMI a nuovi settori, dovrebbe essere formalmente adottato dal Consiglio nelle prossime settimane.

Nel frattempo si è registrato un aumento dell'uso dell'IMI del 69% in un anno. Il sistema ha recentemente superato il traguardo dei 10 000 scambi di informazioni.




IMI for your policy area?



L'IMI e il ciclo di governance del mercato unico

La Commissione ha pubblicato la relazione annuale dell'IMI per il 2011PDFEnglish, che contiene informazioni e dati sull'utilizzazione dell'IMI, sui suoi sviluppi sotto il profilo informatico, su questioni giuridiche e sulle attività di promozione e di formazione nel 2011.

Contemporaneamente, è stata pubblicata anche una relazione sulla governance del mercato unico PDF Deutsch English French, che presenta in modo integrato i risultati conseguiti nel 2011 in tutte le fasi del ciclo di governance. La relazione prende in considerazione tutta una serie di strumenti: quadro di valutazione del mercato interno, La tua Europa, La tua Europa - Consulenza, sportelli unici, IMI e SOLVIT.




Novantanove nuove autorità italiane nell'IMI

L'Italia conta 99 nuove autorità nell'IMI: si tratta delle Direzioni provinciali del lavoro, che si sono registrate nel nuovo settore del distacco dei lavoratori. Un corso di formazione all'uso dell'IMI è stato organizzato per il personale di queste autorità a Roma, il 20-21 settembre 2011, nell'ambito del progetto pilota in corso per l'uso dell'IMI ai fini della messa in atto della direttiva sul distacco dei lavoratori.




Nuovo repertorio dei registri nell'IMI Nuovo repertorio dei registri nell'IMI

Se avete accesso al sistema IMI, potete ora utilizzarlo per trovare i registri tenuti dalle autorità di qualsiasi paese dell'UE. Il repertorio dei registri dell'IMI vi dà, nella vostra lingua, informazioni sul contenuto, le condizioni di consultazione e l'autorità responsabile di ciascun registro. Se il registro è consultabile online, troverete anche un link diretto. Il repertorio elenca già oltre mille registri, dal registro degli avvocati austriaci al registro svedese del commercio e dell'industria.

Se la vostra autorità tiene un registro di prestatori di servizi o qualunque altro registro che possa essere utile ai fini della vostra cooperazione con altre autorità, aggiungetelo al repertorio dell'IMI. Un apposito modulo di formazione FLASHEnglishspiega come aggiungere e trovare un registro.




Una solida base giuridica per l'IMI

Il 29 agosto 2011 la Commissione ha adottato una proposta di regolamento relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno. Il regolamento, concepito per dotare l'IMI di un quadro giuridico esauriente, comprende i seguenti elementi:

  • un insieme di regole comuni per garantire l'efficace funzionamento del sistema, chiarendo i ruoli dei diversi soggetti che intervengono nell'IMI
  • un quadro per il trattamento dei dati personali
  • un elenco delle disposizioni legislative che vengono applicate mediante l'IMI
  • un elenco dei settori ai quali l'uso dell'IMI potrebbe essere esteso in futuro.

Per avere forza di legge, la proposta dovrà essere approvata dal Parlamento europeo e dal Consiglio dei ministri.




L'IMI utilizzabile anche per il distacco di lavoratori e i diritti dei pazienti

Dal 16 maggio 2011 le autorità dell'UE competenti per i distacchi di lavoratori possono scambiarsi informazioni tramite l'IMI nell'ambito di un progetto pilota. L'avvio della fase pilota dell'uso dell'IMI ai fini della direttiva 96/71/ CE sul distacco dei lavoratori PDFera stato autorizzato dal Consiglio nelle sue conclusioniPDFEnglishdel marzo 2011.

Il Consiglio ha inoltre recentemente adottato una direttiva sull’assistenza sanitaria transfrontaliera PDF che mira ad agevolare l'accesso all'assistenza sanitaria in un paese diverso dal proprio e a promuovere la cooperazione tra gli Stati membri in materia. La direttiva prescrive l'uso dell'IMI per gli scambi di informazioni sul diritto di esercizio della professione degli operatori sanitari. Gli Stati membri e la Commissione devono ancora definire le modalità tecniche e procedurali di attuazione di questa nuova disposizione.




L'IMI nell'Atto per il mercato unico

La Commissione ha adottato l'Atto per il mercato unicoPDF English, nel quale propone dodici iniziative prioritarie per rilanciare il mercato unico. I progetti illustrati nel documento spaziano dalla mobilità dei lavoratori al finanziamento delle PMI e alla tutela dei consumatori. Secondo la Commissione, una condizione essenziale per il successo è il rafforzamento e l'approfondimento della collaborazione, da realizzare anche attraverso una maggiore certezza del diritto per quanto riguarda l'uso del sistema IMI come strumento preferenziale per la cooperazione amministrativa.




Strategia di estensione dell'IMI

In collaborazione con gli Stati membri, la Commissione ha messo a punto una strategia per migliorare la gestione del mercato interno attraverso l'estensione del sistema IMI. Una comunicazione PDFpropone di aggiungere all'IMI nuovi settori, di sviluppare ulteriormente le sue funzioni e di esplorarne le possibilità di sinergia con altri strumenti informatici. Il documento di lavoro dei servizi PDFEnglish che accompagna la comunicazione elenca i settori che potrebbero beneficiare dell'uso dell'IMI.

La Commissione ha contemporaneamente pubblicato la relazione annuale dell'IMI per il 2010PDFEnglish, che contiene informazioni e dati sull'utilizzazione dell'IMI, sui suoi sviluppi sotto il profilo informatico, su questioni giuridiche e sulle attività di promozione e di formazione nel 2010.




Grande successo della conferenza sull'IMI e la direttiva Servizi

Oltre 300 utenti dell'IMI, appartenenti ad autorità nazionali, regionali e locali di tutta Europa, hanno partecipato alla conferenza "L'IMI e la direttiva Servizi - Sfruttare tutte le potenzialità", che ha dato loro la possibilità di conoscersi e discutere su come approfondire la cooperazione reciproca. Altri 1881 utenti hanno seguito la conferenza in diretta grazie al webstreaming. Nel suo discorso di benvenuto Michel Barnier, commissario per il Mercato interno e i servizi, ha sottolineato l'importanza delle autorità competenti come "sentinelle del mercato unico" e ha sollecitato i partecipanti ad acquisire un "riflesso IMI". I riscontri forniti dai partecipanti sono stati in stragrande maggioranza positivi; particolarmente graditi sono stati i workshop interattivi, che hanno dato a tutti l'opportunità di discutere le difficoltà comuni e le migliori pratiche con i colleghi degli altri paesi.

Per chi non l'ha potuta seguire in diretta, ecco la registrazione della conferenza: Deutsch English French

Album fotografico della conferenza

Programma PDF

Summary report of the Conference PDFEnglish




L'IMI e la direttiva Servizi: invito alla conferenza del 27 gennaio 2011
Siete un utente o un coordinatore IMI nel settore dei servizi? Avete dei riscontri o delle idee da darci? Vi piacerebbe conoscere i vostri colleghi degli altri paesi? O siete dei nuovi utenti e vi chiedete come funziona il sistema? Allora venite anche voi alla conferenza "L'IMI e la direttiva Servizi - Sfruttare tutte le potenzialità", che si terrà il 27 gennaio 2011 a Bruxelles. Insieme, faremo il bilancio di un anno di utilizzazione dell'IMI per la direttiva Servizi e discuteremo come rafforzare ulteriormente la cooperazione tra le amministrazioni di tutti i paesi dell'UE.

Follow the conference live online! Select a language version: Deutsch English French

You can also contribute to the conference by sending in your comments or questions via Twitter or email. Find out how to do this here:Deutsch English French


Per saperne di più »
Deutsch English French




Ampia partecipazione al sondaggio tra gli utenti dell'IMI
Il team IMI della Commissione ringrazia caldamente i 1292 utenti del sistema che da tutta Europa hanno risposto al sondaggio sull'IMI e la direttiva Servizi. Ne abbiamo potuto ricavare un quadro piuttosto preciso della loro situazione e delle loro esigenze, e ne terremo certamente conto nel nostro lavoro. Ecco i risultati del sondaggioPDF. Per eventuali domande, i partecipanti possono contattare il loro coordinatore IMI.



Sono ormai oltre 5 000 le autorità registrate nell'IMI
Più di 5 000 autorità di tutta Europa hanno già accesso al Sistema d'informazione del mercato interno (IMI). La cinquemillesima autorità a registrarsi è stata il comune di Lloret de Vistalegre (Llorito) sull'isola spagnola di Majorca. Benvenuti all'IMI!

MARKTV è andata a congratularsi con i nuovi arrivati e ha realizzato un servizio sul funzionamento dell'IMI. Lo potete vedere qui EnglishEspañolFrançais

Circa 870 autorità utilizzano ormai l'IMI per le questioni relative al riconoscimento delle qualifiche professionali (direttiva 2005/36/CE); oltre 4800 autorità sono invece già registrate per il modulo Servizi (direttiva 2006/123/CE), entrato in fase operativa nel dicembre 2009. Le autorità e i coordinatori IMI che hanno accesso al sistema per entrambi i settori legislativi sono 400.



La versione 2.0 dell'IMI è online
La Commissione europea ha varato la versione 2.0 del sistema IMI. La nuova versione integra tutte le funzioni necessarie per il "meccanismo di allerta" previsto dalla direttiva sui servizi (2006/123/CE).

Si tratta di un meccanismo che permette ad uno Stato membro di avvertire gli altri che un prestatore di servizi rischia di causare un grave pregiudizio alla salute o alla sicurezza delle persone o all'ambiente. Sono stati inoltre apportati miglioramenti alla funzione di ricerca delle autorità e alla gestione dei loro dati.



Nuovo opuscolo sull'IMI disponibile in tutte le lingue
È arrivato il nuovo opuscolo sull'IMI! In poche pagine e in modo semplice e chiaro, spiega come funziona l'IMI, in che settori viene utilizzato e come si fa a registrarsi. L'opuscolo è stato pensato soprattutto per le autorità competenti dello Spazio economico europeo che ancora non conoscono l'IMI, ma che potrebbero aver bisogno di usarlo.

È disponibile in tutte le lingue dell'UE, in versione elettronica (scaricabile qui PDF) e in versione cartacea.

Se conoscete delle autorità competenti che potrebbero essere interessate all'IMI e volete inviare loro una copia cartacea dell'opuscolo, rivolgetevi al coordinatore nazionale IMI del vostro paese.

Opuscolo sull'IMI:

PDFБългарскиČeštinaDanskDeutschEesti keelΕλληνικάEnglishEspañolFrançaisItalianoLatviešu valoda
Lietuvių kalbaMagyarMaltiNederlandsPolskiPortuguêsRomânăSlovenčinaSlovenščinaSuomiSvenska



« Indietro
 

Ultimo aggiornamento: 21-Jun-2012