Percorso di navigazione

Press releases and News :: La Commissione europea analizza l’efficienza del finanziamento pubblico nel Fondo europeo per la pesca

La Commissione europea analizza l’efficienza del finanziamento pubblico nel Fondo europeo per la pesca

(08/02/2013) La quinta relazione annuale relativa all’attuazione del Fondo europeo per la pesca (FEP), presentata dalla Commissione europea, include un’analisi delle modalità con cui i programmi del FEM hanno contribuito agli obiettivi originali fissati all’inizio del periodo di programmazione 2007-2013. L’analisi utilizza i risultati dei primi quattro anni per esaminare fino a che punto le misure del FEP hanno contribuito al raggiungimento degli obiettivi della politica comune della pesca (PCP).

I risultati si concentrano su alcune delle misure più importanti nell’ambito dei quattro assi principali del FEP, che comprendono l’adeguamento della flotta (asse 1); l’acquacoltura, la trasformazione e la commercializzazione, la pesca in acque interne (asse 2); le misure di interesse comune (asse 3); e lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca (asse 4).

  • L’acquacoltura e l’industria di trasformazione assorbono la maggior parte dei fondi del FEP stanziati nell’ambito dell’asse 2 (circa 300 milioni di EUR rispettivamente). L'analisi conclude che, nonostante gli investimenti volti a migliorare la capacità di produzione, la produzione globale da parte dei principali paesi produttori non è necessariamente aumentata. Per quanto riguarda l’occupazione, l'industria di trasformazione, che dà lavoro a oltre 140 000 persone, ha registrato una crescita del 3%, mentre nel settore dell'acquacoltura la crescita è stata più moderata.
  • I sussidi per la demolizione hanno rappresentato il 56% dei pagamenti del FEP nell’ambito dell’asse 1, ovvero 202 milioni di EUR secondo le ultime informazioni disponibili. L’obiettivo della demolizione è di ridurre il numero di pescherecci al fine di adeguare la capacità di pesca alle risorse disponibili. Tuttavia, i dati disponibili indicano che la demolizione spesso avvantaggia i pescherecci in difficoltà economiche, anziché quelli che hanno il maggior impatto sugli stock ittici. Ciò è evidente anche dal fatto che oltre la metà dei pescherecci rimossi dal registro della flotta comunitaria non ha beneficiato di fondi pubblici. 
  • L'analisi ha anche esaminato l'efficacia di diversi metodi per promuovere l'efficienza energetica nel settore della pesca. Oltre ai sussidi per i combustibili, i progetti FEP hanno incluso il sostegno ai cambiamenti negli attrezzi di pesca e la progettazione di navi e attrezzature che riducono il consumo di carburante. Nonostante le sovvenzioni abbiano contribuito a far fronte ai prezzi elevati del carburante, i pescatori hanno anche trovato altri modi per consumare meno carburante, in particolare riducendo la velocità e razionalizzando i loro movimenti. Il successo di tali metodi è evidente: i prezzi dei combustibili marini sono aumentati del 37,5% nel 2010 rispetto al 2009, mentre la bolletta energetica della flotta da pesca dell'UE è aumentata solo dell’11% nello stesso periodo.
  • Dai primi risultati emerge che i progetti volti a promuovere lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca (asse 4) stanno iniziando a dare i loro frutti. Nel 2011 sono stati selezionati altri 1 000 progetti nelle zone di pesca, con particolare attenzione alla diversificazione delle economie locali e alla valorizzazione dei prodotti della pesca. Questa cifra è cresciuta ulteriormente nel 2012 grazie all’aumento del numero dei gruppi di azione locale per la pesca (FLAG), che sostengono i beneficiari locali nello sviluppo e nell’attuazione di tali progetti.

Questi risultati sono alla base di molte delle misure presentate dalla Commissione nella sua proposta legislativa relativa al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP). Nel contesto della crisi economica e degli obiettivi di sostenibilità della PCP, lo scopo del FEAMP è quello di trarre insegnamenti dal passato e di incanalare i finanziamenti pubblici laddove saranno più efficienti ed efficaci.

Ulteriori informazioni: