Percorso di navigazione

News :: L’Irlanda presenta le proprie priorità per la presidenza del Consiglio

L’Irlanda presenta le proprie priorità per la presidenza del Consiglio

(28/01/2013) Il 1° gennaio 2013 la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea è passata da Cipro all’Irlanda. Tra gli altri compiti, il governo irlandese sta coordinando il lavoro del Consiglio Agricoltura e pesca e stabilirà il programma relativo alla riforma della politica comune della pesca (PCP).

L’Irlanda entra in scena in un momento cruciale del processo di riforma della PCP. Le tre proposte di regolamento che compongono la riforma entreranno presto nella fase in cui il Consiglio e il Parlamento, con l'aiuto della Commissione, cercheranno di raggiungere un accordo. Sia il Consiglio che il Parlamento hanno presentato emendamenti in linea con le loro rispettive posizioni e avranno presto un parere chiaro su tutte le proposte. Di conseguenza, i rappresentanti della commissione Pesca del Parlamento europeo, della presidenza del Consiglio e della Commissione europea avvieranno discussioni tripartite (i cosiddetti «triloghi») con l’obiettivo di raggiungere un compromesso.

All'inizio dell'anno l'Irlanda ha presentato le proprie priorità politiche e il proprio programma di lavoro. L'obiettivo principale è quello di raggiungere un accordo politico in seno al Consiglio su tutti i punti della riforma entro la fine della presidenza nel mese di giugno. Saranno adottate le seguenti misure su questioni chiave:

  • regolamento sull’organizzazione comune dei mercati (OCM): l'adozione del mandato negoziale del Consiglio è prevista nel mese di gennaio, l’inizio dei triloghi a marzo; mentre la conclusione dei negoziati e l'accordo politico del Consiglio nel mese di aprile.
  • regolamento di base della PCP: l’adozione della posizione finale del Consiglio (orientamento generale) e del mandato negoziale sono previsti per febbraio; l'avvio dei triloghi a marzo; mentre la conclusione dei negoziati e l'accordo politico del Consiglio nel mese di giugno.
  • regolamento del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP): l'adozione della posizione finale del Consiglio (orientamento generale) è prevista per aprile; la messa a punto del mandato negoziale del Consiglio e l'inizio dei triloghi a maggio (nell’ipotesi in cui il Parlamento adotti la propria posizione ), con l'obiettivo di concludere i negoziati e l'accordo politico tra il Parlamento e il Consiglio nella sessione di giugno del Consiglio.

Per ulteriori informazioni sugli obiettivi e le caratteristiche principali delle riforme e per comprendere meglio le sfide cui fa fronte la nuova presidenza, si prega di fare riferimento alla nostra cartella stampa, disponibile qui http://ec.europa.eu/fisheries/reform/press/index_en.htm