Percorso di navigazione

News :: I CCR esprimono la loro visione sul loro futuro

I CCR esprimono la loro visione sul loro futuro

(19/12/2012) La Commissione e i consigli consultivi discutono in merito alle modalità di attuazione della regionalizzazione nella nuova politica comune della pesca

La Commissione sta consultando i consigli consultivi regionali in merito al loro ruolo futuro e a un possibile quadro gestionale. La consultazione è iniziata a settembre 2012 e, secondo le previsioni, dovrebbe concludersi nella primavera del 2013. Per la prima volta partecipano alle discussioni anche i rappresentanti del settore dell’acquacoltura, in quanto la Commissione ha proposto la creazione di un consiglio consultivo sull’acquacoltura.

La riforma della politica comune della pesca renderà possibile il passaggio a un processo decisionale decentrato, a livello di bacino marittimo locale, con il coinvolgimento diretto di pescatori e dei portatori di interesse locali. I consigli consultivi, pur continuando a fornire consulenze alla Commissione e agli Stati membri, saranno anche coinvolti nella definizione di misure di gestione della pesca volte a raggiungere gli obiettivi definiti dal Parlamento e dal Consiglio, permettendo così ai pescatori e ai portatori di interesse di collaborare alla formulazione di misure adatte alle specificità di ogni bacino marittimo.

I consigli consultivi sono pronti a raccogliere le sfide che presenta il lavoro in un contesto regionalizzato. Essi intendono continuare a costruire sul lavoro già iniziato e impegnarsi con la Commissione e gli Stati membri a capire come contribuire nel migliore dei modi al nuovo quadro decisionale a livello regionale. Saranno necessari una pianificazione condivisa e un quadro di collaborazione ben preciso. Infine, i rappresentanti del settore dell’acquacoltura sono ansiosi di dare inizio ai lavori per la creazione del futuro consiglio consultivo sull’acquacoltura, che promuoverà lo sviluppo di questa attività all’interno dell’UE.