Vaccinazione

Politiche dell'UE

La vaccinazione, ossia l'immunizzazione contro le malattie causate da virus o batteri, è indubbiamente una delle misure sanitarie più efficaci sotto il profilo dei costi. La vaccinazione su vasta scala ha infatti sconfitto il vaiolo e la polio in Europa.

A livello nazionale

Tutti i paesi dell'UE raccomandano la vaccinazione contro le malattie gravi e potenzialmente mortali. Ciononostante, alcuni vaccini sono ancora sottovalutati e poco utilizzati.

A livello europeo

Per aiutare i paesi dell'UE a mantenere o aumentare i tassi di immunizzazione contro le malattie prevenibili con il vaccino, la Commissione europea:

  • partecipa all'introduzione dei vaccini contro il cancro del collo dell'utero 
  • promuove la vaccinazione contro l'influenza stagionale per le persone particolarmente vulnerabili (i "gruppi a rischio"). La raccomandazione del Consiglio del 22 dicembre 2009 esorta i paesi dell'UE a impegnarsi a vaccinare ogni anno il 75% dei gruppi a rischio contro l'influenza stagionale entro la stagione invernale 2014/2015
  • incoraggia i paesi dell'UE a garantire che il maggior numero possibile di bambini vengano vaccinati contro le malattie esantematiche.

La Commissione ha inoltre aiutato i paesi dell'UE a mettere a punto una strategia di vaccinazione contro la pandemia H1N1  (nota anche come "influenza suina").