Papilloma virus umano (HPV)

Nell'UE, il cancro del collo dell'utero è il secondo tumore più frequente tra le donne di età compresa tra 15 e 44 anni dopo quello della mammella. I paesi che hanno introdotto programmi di screening hanno ridotto in maniera significativa l'incidenza di questo cancro e il relativo tasso di mortalità, sebbene esso rappresenti ancora un'importante causa di decesso in Europa.

Il cancro del collo dell'utero è causato da alcuni ceppi del papilloma virus umano (HPV). In diversi studi il virus HPV è stato riscontrato in oltre il 90% dei casi di cancro dell'utero.

L'UE autorizza due vaccini contro l'HPV

Dopo il nulla osta del comitato scientifico dell'Agenzia europea per i medicinali, l'UE ha autorizzato la vendita di due vaccini contro l'HPV:

Questi vaccini offrono una protezione da due ceppi di HPV che causano il cancro del collo dell'utero.

Piattaforma di collaborazione dell'UE e gruppo di esperti

I paesi dell'UE si scambiano informazioni sui vaccini contro l'HPV e su altre attività riguardanti questo virus attraverso la piattaforma VENICE (Vaccine European New Integrated Collaboration Effort). La Commissione europea funge da moderatore/coordinatore.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) finanzia la piattaforma ed ha istituito un gruppo di esperti che si occupa di vaccinazione contro l'HPV nei paesi dell'UE. La relazione pdf del 2008, pubblicata dal gruppo di esperti, esamina i seguenti aspetti:

  • valutazione scientifica del vaccino contro l'HPV
  • programmi di screening
  • popolazioni interessate
  • strategie di attuazione
  • questioni relative ai costi
  • monitoraggio e valutazione
  • priorità future nel campo della ricerca.

Screening tumorale

I vaccini contro l'HPV non offrono una protezione al 100% contro il cancro del collo dell'utero.

I ceppi di HPV coperti dai vaccini causano circa il 70% dei casi di cancro dell'utero a livello mondiale. Nessun vaccino è efficace al 100%.

La vaccinazione contro l'HPV non sostituisce il normale screening cervicale

Si raccomanda alle autorità di eseguire, a livello nazionale, lo screening cervicale mediante pap test prima di introdurre la vaccinazione contro l'HPV. Lo screening dovrebbe tener conto degli orientamenti europei per la garanzia della qualità nello screening e nella diagnosi del cancro del collo dell'utero.

Vedi raccomandazione UE