Politiche dell'UE

Le tecnologie sanitarie permettono di applicare le conoscenze scientifiche nel campo della prevenzione e delle cure mediche. La valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA) è un processo multidisciplinare che raccoglie in maniera sistematica, trasparente, imparziale e coerente le informazioni sulle questioni mediche, sociali, economiche ed etiche legate all'impiego di tali tecnologie. Lo scopo è contribuire all'elaborazione di politiche sanitarie sicure ed efficaci incentrate sul paziente, ottimizzando il rapporto costo-benefici.
Nonostante i suoi obiettivi politici, la valutazione deve essere rigorosamente basata sulla ricerca e sull'approccio scientifico.

Esempi di tecnologie sanitarie: metodi diagnostici e terapeutici, attrezzature mediche, farmaci, metodi di riabilitazione e prevenzione, sistemi organizzativi e di supporto in ambito sanitario.

Nella maggior parte degli Stati membri la valutazione delle tecnologie sanitarie è un elemento essenziale del processo decisionale in campo sanitario basato su prove concrete. La Commissione punta a rafforzare la cooperazione tra gli Stati membri in questo settore.

Cooperazione nella valutazione delle tecnologie sanitarie

La Commissione europea sta attualmente lavorando a un'iniziativa comune (ossia un'azione comune nell'ambito del programma per la salute) insieme agli Stati membri nel settore della valutazione delle tecnologie sanitarie. L'obiettivo è:

  • definire orientamenti chiari per migliorare la valutazione a livello europeo
  • evitare duplicazioni nel lavoro delle agenzie nazionali
  • diffondere le competenze a vantaggio di tutti i paesi dell'UE
  • rafforzare le valutazioni effettuate dai paesi dell'UE
  • sviluppare strumenti di gestione trasparenti, in particolare nei confronti delle parti interessate
  • presentare una serie di valutazioni scientifiche congiunte su: interventi, dispositivi medici e farmaci
  • attuare le raccomandazioni del Forum farmaceutico sull'efficacia relativa dei farmaci.

All'azione comune per il periodo 2010-2012 partecipano 24 Stati membri e i paesi EFTA Norvegia e Svizzera. L'azione viene finanziata per il 50% (6 milioni di euro) dal programma per la salute pubblica.

Per saperne di più sul progetto EUnetHTA (2006-2008)