Politiche dell'UE

Il piano della Commissione per combattere le disparità nelle condizioni di salute è descritto nella comunicazione "Solidaritietà in materia di salute: riduzione delle disuguaglianze sanitarie nell'UE" Scegli le traduzioni del link precedente English (en) , pubblicata il 20 ottobre 2009

Dal punto di vista della salute, esistono grandi disparità tra i vari paesi dell'UE, ad esempio:

  • il rischio di morte nel primo anno di vita ha un fattore di variazione pari a 5
  • la speranza di vita alla nascita varia di 8 anni (per le femmine) e 14 anni (per i maschi)

In tutti i paesi la possibilità di ammalarsi e la speranza di vita sono influenzate da fattori quali la professione, il reddito, il livello di istruzione e le origini etniche.

L'UE interviene direttamente (attraverso le sue politiche) e indirettamente (attraverso le autorità nazionali e i portatori d'interessi) per ridurre queste ineguaglianze.

Politiche dell'UE

La lotta alle ineguaglianze nel campo della salute può contare sulle seguenti politiche e iniziative dell'UE:

Collaborazione con i paesi dell'UE

  • Un gruppo di esperti  Scegli le traduzioni del link precedente English (en) dei paesi UE ed extra-UE, dell'OMS, dell'OCSE e del Consiglio d'Europa condivide le informazioni e migliori pratiche e contribuisce all'elaborazione delle politiche in questo settore.
  • I paesi dell'UE perseguono obiettivi comuni, tra cui anche quello di ridurre le ineguaglianze nelle condizioni di salute e nell'accesso all'assistenza sanitaria (vedi metodo aperto di coordinamento).