Nanotechnologie

Valutare la sicurezza

Accanto agli evidenti benefici, le nanotecnologie possono presentare anche rischi specifici che è necessario prendere in considerazione.

L'UE è chiamata quindi a valutare questi potenziali rischi, ad introdurre una regolamentazione adeguata e ad informare cittadini e portatori d'interessi su questi rischi e su come devono essere affrontati.

Valutazione dei rischi

Per essere accettate dai consumatori, le innovazioni tecnologiche devono dimostrare di essere sicure. La legislazione dell'UE intende garantire un elevato livello di protezione della salute pubblica e di sicurezza dei consumatori, dei lavoratori e dell'ambiente.

L'attività della Commissione europea in merito alla valutazione dei rischi legati alle nanotecnologie è finalizzata ai seguenti obiettivi:

  • rivedere le metodologie di valutazione dei rischi e sviluppare nuovi approcci in materia
  • fissare priorità per i finanziamenti europei alla ricerca in questo settore
  • sostenere il quadro regolamentare dell'UE e le iniziative strategiche collegate
  • contribuire, apportando conoscenze, all'attività di organismi europei ed internazionali come il CEN, l'OCSE, l'ISO, ecc.
  • informare e promuovere il dialogo tra Commissione e portatori d'interessi, cittadini e autorità internazionali.

Per saperne di più sulla valutazione dei rischi da parte dell'UE

Pareri scientifici (CSRSERI , CSSC , EFSA)

Valutazione dei rischi e dialogo a livello dell'UE 

Dialogo globale sulla valutazione dei rischi 

Nanotecnologie – un'analisi preliminare dei rischi  (2004)