Ambienti sani

Politiche dell'UE

Numerosi fattori ambientali incidono sulla nostra salute:

  • gli inquinanti atmosferici, che provocano o aggravano le malattie respiratorie e causano allergie, avvelenamenti e tumori
  • la scarsa sicurezza, che causa incidenti e infortuni e scoraggia l'attività fisica
  • altri fattori, tra cui sostanze chimiche, cibi contaminati e allergie, inquinamento del suolo, qualità degli alloggi, assetto urbano, inquinamento acustico, acqua, servizi igienico-sanitari, ecc.

L'UE opera in stretta collaborazione con i governi e gli esperti nazionali per promuovere gli ambienti sani e agire contro i pericoli per la salute, compresi i cambiamenti climatici .

Salute e ambiente

I fattori ambientali  sono un'importante causa di malattie nei paesi industrializzati. Ne sono particolarmente influenzati le patologie respiratorie e il cancro, soprattutto tra i giovanissimi.

La Commissione affronta il problema in maniera integrata, facendo leva su tutti gli strumenti disponibili e le parti interessate, tra cui:

  • la strategia  dell'UE per l'ambiente e la salute, con un particolare accento sui minori
  • il piano d'azione  dell'UE per l'ambiente e la salute, che attua la strategia dell'UE
  • il gruppo consultivo  dell'UE su ambiente e salute, che riunisce i portatori d'interessi.

La Commissione lavora inoltre in stretta collaborazione con l'OMS-Europa .

Incidenti e infortuni

Con 235 000 decessi ogni anno, gli infortuni  rappresentano la quarta causa di morte nell'UE.

Il dato comprende gli incidenti stradali e sul lavoro, gli avvelenamenti, gli annegamenti e le cadute.

L'UE è impegnata a prevenire laddove può, migliorando ad esempio gli alloggi e l'assetto urbano/rurale e promuovendo l'attività fisica.

Vedi anche la sezione sicurezza dei prodotti

Campi elettromagnetici

La rapida diffusione della telefonia mobile e di altre apparecchiature elettroniche a partire dagli anni '90 ha aumentato la nostra esposizione giornaliera ai campi elettromagnetici. Questo fenomeno desta timori per i possibili effetti avversi sulla salute.

Attraverso l'azione sui campi elettromagnetici  l'UE esorta i governi a valutare i livelli di esposizione e intervenire in caso di superamento delle soglie di sicurezza.