Droghe illecite

Politiche dell'UE

L'abuso di stupefacenti è un grosso problema sociale e sanitario nell'UE e nel resto del mondo. Sebbene l'uso dei vari tipi di stupefacenti si stia stabilizzando, la droga causa ancora tra 6 500 e 8 500 decessi ogni anno.

Politica e legislazione dell'UE in materia di droga

In base all'articolo 168 del trattato sul funzionamento dell'UE, l'azione dell'Unione si indirizza al miglioramento della sanità pubblica, alla prevenzione delle malattie e affezioni e all'eliminazione delle fonti di pericolo per la salute fisica e mentale.

Inoltre, l'UE completa l'azione degli Stati membri volta a ridurre gli effetti nocivi per la salute umana derivanti dall'uso di stupefacenti, comprese l'informazione e la prevenzione.

Strategia europea in materia di droga

La strategia dell'UE in materia di droga (2005-2012) mira a proteggere la salute pubblica e a promuovere la coesione sociale mediante la prevenzione e la riduzione dell'uso di stupefacenti. Si concentra sui due elementi chiave della politica contro la droga (ridurre la domanda e l'offerta) e si articola su tre assi trasversali: coordinamento, cooperazione internazionale e informazione, ricerca e valutazione.

Piani d'azione

Il piano d'azione dell’UE in materia di lotta contro la droga (2009-2012) fissa una serie di obiettivi ambiziosi e individua 72 azioni per ridurre in maniera significativa il consumo di stupefacenti e i conseguenti danni sociali e per la salute.

Indicazioni ai paesi dell'UE

Nella raccomandazione sulla prevenzione e la riduzione del danno per la salute causato da tossicodipendenza (2003), il Consiglio dell'UE ha fornito alcune indicazioni ai paesi membri per ridurre i decessi causati dagli stupefacenti e i danni alla salute mediante strategie di prevenzione.

La Commissione ha pubblicato una relazione sull'attuazione della raccomandazione (2007).

Approccio integrato

La raccomandazione, la strategia e i piani d'azione dell'UE rappresentano un approccio integrato, multidisciplinare ed equilibrato per ridurre la domanda e l'offerta di stupefacenti. Si tiene conto dei seguenti aspetti:

• i diversi livelli di rischio associati alle varie forme di abuso (ad esempio la poliassunzione)

• età dell'interessato e altri aspetti specifici

• l'Iniziativa della Commissione per la salute dei giovani .