Politiche dell'UE

Negli ultimi decenni, i paesi dell'UE hanno combattuto con successo le malattie infettive mediante le cure e la prevenzione. I tassi di incidenza sono diminuiti o si sono stabilizzati e la maggior parte dei decessi è dovuta oggi principalmente alle malattie non infettive, come il cancro e le cardiopatie.

Tuttavia, i microrganismi si adattano facilmente e dovremo fare i conti con nuovi virus, come è accaduto con l'HIV/AIDS negli anni '80, le varianti del morbo di Creutzfeldt-Jakob negli anni '90, la SARS nel 2003 e la recente influenza pandemica A(H1N1). Occorre inoltre far fronte anche ad altri problemi, tra cui la resistenza dei microrganismi agli antibiotici.

Per rispondere alla minaccia delle malattie trasmissibili, la politica dell'UE si è concentrata sui seguenti aspetti:

  • vigilanza
  • rilevamento precoce
  • risposta rapida.

Rete UE

Dal 1999 esiste una rete europea di sorveglianza epidemiologica e di controllo delle malattie trasmissibili Scegli le traduzioni del link precedente English (en) . Si occupa di:

Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC)

L'ECDC è stato creato nel 2005 per aiutare l'UE a identificare e valutare il rischio delle attuali e nuove minacce per la salute dell'uomo poste dalle malattie infettive.