Strategia

Gli agenti antimicrobici, come gli antibiotici, hanno ridotto in maniera significativa il numero dei decessi causati dalle malattie infettive da quando furono introdotti settanta anni fa. Tuttavia, a causa dell'uso eccessivo ed errato di questi agenti, molti microrganismi sono diventati resistenti al trattamento.

Secondo dati del 2011, nell'UE ogni anno muoiono 25 000 pazienti a causa di infezioni provocate da batteri resistenti. I costi imputabili alle infezioni resistenti ai medicinali sono stimati pari a 1,5 miliardi di euro all'anno, a causa dell'aumento della spesa sanitaria e della riduzione della produttività.

La situazione è aggravata dal fatto che gli antimicrobici sono diventati una componente essenziale della medicina moderna. Senza di essi molti interventi chirurgici non potrebbero essere effettuati.

Piano d'azione contro la resistenza antimicrobica (RAM)

Per contrastare la resistenza antimicrobica è necessario un approccio olistico multisettoriale, che coinvolga molti settori diversi (medicina, veterinaria, ricerca, allevamento, agricoltura, ambiente, commercio e comunicazione). Solo intervenendo contemporaneamente in tutti questi settori sarà possibile limitare l’ulteriore diffusione della resistenza e mantenere l'efficacia degli antibiotici.

La lotta contro la RAM non avrà successo senza gli sforzi e l'impegno degli Stati membri e di tutti i portatori di interessi coinvolti, compresi i medici e tutti i lavoratori del comparto sanitario, i farmacisti, i veterinari e, in generale, il pubblico .

 Il piano d’azione contro i crescenti rischi di resistenza antimicrobicapdf della Commissione (2011) prevede 12 azioni da attuare in collaborazione con i paesi membri dell'UE e individua 7 settori in cui occorre intervenire con urgenza:

  • garantire un uso adeguato degli antimicrobici nell'uomo e negli animali
  • prevenire le infezioni microbiche e la loro propagazione
  • mettere a punto nuovi antimicrobici efficaci o altri strumenti di cura alternativi
  • collaborare con i partner internazionali per contenere i rischi associati alla resistenza antimicrobica
  • migliorare il monitoraggio e la vigilanza nella medicina umana e veterinaria
  • promuovere la ricerca e l'innovazione
  • migliorare la comunicazione, l'istruzione e la formazione.

La Commissione ha realizzato un'analisi dettagliata delle 12 azioni previste dal piano d'azione con una tabella di marcia Scegli le traduzioni del link precedente English (en) corredata di obiettivi operativi, attività concrete e scadenze. Una relazione sull'andamento Scegli le traduzioni del link precedente English (en) del piano d'azione contro l'a RAM pubblicata nel febbraio 2015 fa il punto sulle misure prese per contrastare la RAM.

La DG Salute e sicurezza alimentare mira a rafforzare sostanzialmente le buone pratiche esistenti e a sostenere gli Stati membri nella loro azione volta a prevenire l'ulteriore diffusione della resistenza e a salvaguardare l'efficacia degli antibiotici contro le infezioni microbiche, utile inoltre ad aumentare la sicurezza dei pazienti in Europapdf(837 KB) Scegli le traduzioni del link precedente български (bg) čeština (cs) dansk (da) Deutsch (de) eesti keel (et) ελληνικά (el) English (en) español (es) français (fr) hrvatski (hr) latviešu valoda (lv) lietuvių kalba (lt) magyar (hu) Malti (mt) Nederlands (nl) polski (pl) português (pt) română (ro) slovenčina (sk) slovenščina (sl) suomi (fi) svenska (sv) .

Promozione e sostegno

La Commissione finanzia numerosi progetti sulla resistenza antimicrobica Scegli le traduzioni del link precedente български (bg) čeština (cs) dansk (da) Deutsch (de) eesti keel (et) ελληνικά (el) English (en) español (es) français (fr) latviešu valoda (lv) lietuvių kalba (lt) magyar (hu) Malti (mt) Nederlands (nl) polski (pl) português (pt) română (ro) slovenčina (sk) slovenščina (sl) suomi (fi) svenska (sv) attraverso il programma per la salute e i suoi programmi di ricerca. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e l'Agenzia europea per i medicinali partecipano congiuntamente alla sorveglianza della RAM e ne monitorano i relativi rischi.

La Giornata europea di informazione sugli antibiotici è un'iniziativa sanitaria europea organizzata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie che mira a fornire una piattaforma e sostegno alle campagne nazionali sull'uso prudente degli antibiotici. Nel corso degli anni la Giornata europea di informazione sugli antibiotici, che cade il 18 novembre, si è trasformata in una piattaforma di portata mondiale, collaborando con molti paesi al di fuori dell'UE e con i portatori di interessi coinvolti, il linea con l'approccio "One-Health" della Commissione alla RAM.

Cooperazione internazionale

La resistenza antimicrobica rappresenta una minaccia globale e la cooperazione internazionale in materia è fondamentale. Nel 2011 la task force transatlantica UE-USA sulla resistenza antimicrobica istituita sotto la presidenza svedese nel 2009 Scegli le traduzioni del link precedente English (en) ha pubblicato alcune raccomandazioni per la futura collaborazione tra gli USA e l'UEpdf. Nel 2014 è stata pubblicata la prima relazione sullo stato dei lavori della task force transatlantica sulla resistenza antimicrobica.
La Commissione collabora in questo settore con altre iniziative internazionali, l'organizzazione mondiale della sanità (OMS), l’Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE), l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) e l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE)).