Navigation path

Cerca

Loading...
  • web
    Revisione del regime ue per il settore ortofrutticolo – consult...

    30 gen 2015 -
    Agricoltura e sviluppo rurale Lingua it Ortofruticoli Revisione del regime ue per il settore ortofrutticolo – consultazione pubblica Titolo Revisione del regime ue per il settore ortofrutticolo – consultazione pubblica sulle opzioni politiche e relativa valutazione d'impatto    Settore Agricoltura   Destinatari Possono inviare contributi cittadini, organizzazioni ed amministrazioni pubbliche
  • pdf
    VALUTAZIONE DELLA STRATEGIA NAZIONALE

    16 nov 2012 -
    toscana per le erogazioni in Agricoltura AVEPA: Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura DLI: Diagramma della Logica di Intervento DM: Decreto ministeriale FE: Fondo di esercizio FEAGA: Fondo europeo agricolo di garanzia FEASR: Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale GP: Gruppo di produttori ISTAT: Istituto nazionale di statistica MiPAAF: Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali
  • pdf
    EN

    10 dic 2010 -
    Il GAL ha effettuato una valutazione approfondita di tutte le questioni e gli aspetti affrontati nella presente proposta. Il gruppo era composto da rappresentanti di tutti gli Stati membri dell'Unione ed era presieduto dal direttore generale della Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale della Commissione; vi ha inoltre partecipato come osservatore un membro del segretariato del Parlamento europeo. Ha
  • pdf
    AGRI-2012-61792-02-00-IT-TRA-00

    11 giu 2012 -
    negativi? 6) Quali attori o soggetti interessati risentirebbero secondo voi in modo particolare delle conseguenze di ciascuna opzione? Chi ne trarrebbe i maggiori benefici? 7) È opportuno inserire altri elementi o variabili nella valutazione dell'impatto delle opzioni analizzate? La DG Agricoltura e sviluppo rurale è consapevole del fatto che le opzioni e i temi che ha scelto di analizzare tengono
  • pdf
    Specific Privacy_statement_F&V_25-5-2012_IT_clean

    07 giu 2012 -
    che segue, "consultazione") 1. OBIETTIVO Obiettivo della consultazione è raccogliere i pareri dei portatori di interesse e di altri soggetti interessati al suo tema e, salvo eccezioni, pubblicarli su Internet, sotto la responsabilità del Direttore AGRI-K della Direzione Generale dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale, che è il responsabile del trattamento. Dato che questo servizio online procede
  • pdf
    untitled

    13 giu 2014 -
    quattro gli Stati membri che hanno riferito di avere effettuato nel 2013 consegne di latte crudo nell’ambito di contratti negoziati collettivamente secondo quanto previsto da questa disposizione. 6 Studio esterno preparato da Ernst & Young per la Direzione generale Agricoltura e Sviluppo rurale della Commissione europea. Cfr.: http:/ec.europa.eu/agriculture/events/dairy-conference-2013_en.htm. 7 Articoli
  • pdf
    TEMPLATE – Briefing request

    13 ago 2012 -
    rispecchia necessariamente la posizione ufficiale dell'Unione europea. Né le istituzioni e gli organi dell'Unione europea né chiunque agisca a loro nome può essere ritenuto responsabile per l'uso fatto delle informazioni contenute in questo documento. Servizio di contatto: DG Agricoltura e sviluppo rurale, unità C2 1 PIANO D’AZIONE La produzione oleicola si sta sviluppando rapidamente sia in Europa
  • pdf
    DISCIPLINA AMBIENTALE, RIVISTA

    17 dic 2008 -
    L’ aiuto ai beneficiari è corrisposto sotto forma di premi annui per ettaro di superficie coltivata (SAU). A parità di impegni, è concedibile lo stesso livello di sostegno riconosciuto nel Programma di Sviluppo Rurale della Regione o Provincia autonoma competente. Interrelazione con altri interventi Non sono previste specifiche interrelazioni obbligatorie con altre azioni e/o interventi complementari
  • pdf
    TEMPLATE – Briefing request

    13 ago 2012 -
    Commissione europea, Direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale Ultimo aggiornamento: Luglio 2012 Analisi economica del settore oleicolo 1. Situazione del settore 1.1. Caratteristiche della produzione L’olivicoltura presenta diverse peculiarità sostanziali: - si tratta innanzitutto di una cultura mediterranea perenne, il che implica una rigidità di adattamento delle imprese secondo