Language selector

 
left
  Biotechnology - Messaggi dei cittadini sulla legislazione degli OGMslide
right
transtrans
 

Il Commissario Byrne ha ricevuto numerosi messaggi e-mail da cittadini interessati alle imminenti iniziative legislative relative agli organismi geneticamente modificati. Il Commissario apprezza l'interesse dimostrato e il quantitativo di dati ricevuti. Dato il numero di e-mail pervenute, egli spera che si capisca il motivo per il quale non è possibile rispondere nei dettagli a tutti i vari punti esposti. Ciononostante egli prende nota di tutti i commenti e preoccupazioni che terrà in considerazione al fine di realizzare le proposte.

La Commissione Europea sta operando per mettere a punto un pacchetto regolamentare sugli OGM che interessa tutti gli aspetti e i settori, un pacchetto necessario per ridare fiducia al processo di autorizzazione e monitoraggio degli OGM nell'Unione Europea.

Il primo dei "gruppi funzionali" regolamentari - la direttiva orizzontale rivista sull'emissione deliberata di OGM nell'ambiente, la direttiva aggiornata 90/220, ora direttiva 2001/18/CE - è stata approvata dal Consiglio dei Ministri e dal Parlamento europeo nel febbraio di quest'anno. Essa fornisce elementi validi di controllo in materia di valutazione, monitoraggio, tracciabilità, autorizzazioni e ricerche limitate nel tempo.

La Commissione Europea sta attualmente mettendo a punto le specificazioni delle proposte legislative sulla tracciabilità e sull'etichettatura per "OGM live" e sulla tracciabilità adeguata per prodotti derivanti dagli stessi organismi. Questo sistema di tracciabilità può comprendere tutti i settori, semi, mangimi, alimenti, tenendo conto delle necessità e della specificità delle varie fasi della catena alimentare.

Inoltre la Commissione intende presentare proposte per integrare le esigenze in materia di etichettatura per gli alimenti geneticamente modificati e per riempire i vuoti nel regolamento dei mangimi geneticamente modificati. In futuro verranno presentate anche proposte riguardanti i criteri di purezza per semi convenzionali connessi con semi geneticamente modificati.

Nello sviluppo di queste proposte, i servizi della Commissione considerano tutti gli aspetti del problema rivolgendosi ai vari stakeholders. Una volta finalizzate e convenute dalla Commissione, le proposte saranno pubblicate sul sito web. Il Parlamento europeo e il Consiglio dei Ministri discuteranno le proposte e prenderanno la decisione sull'adozione finale della legislazione. Gli obiettivi principali per il Commissario Byrne sono i seguenti: che le decisioni si basino sulla scienza, che siano messi sul mercato unicamente generi alimentari sicuri; che i consumatori siano in grado di esercitare una scelta sui prodotti che intendono mangiare; che un regime regolamentare sia adatto e reso esecutivo.

 
lefttranspright

 

  Print  
Public HealthFood SafetyConsumer Affairs
   
   
requires javascript