Language selector

 
left
  Malattie degli animali - Introduzioneslide
right
transtrans
 

I principi della strategia dell’UE sulle malattie degli animali e i suoi strumenti più importanti di realizzazione, si possono riassumere come segue:

  • misure di controllo contro malattie en epizootiche importanti, essenzialmente elenco delle malattie della lista A dell'OIE, en come l’a fta epizootica (FMD) e la peste suina classica (CSF), da adottare non appena si sospetta una malattia.

    Nel caso della manifestazione della malattia gli animali nell'azienda infetta sono eliminati e le loro carcasse distrutte per interrompere la catena di infezione con la massima rapidità. Qualora sia ritenuto necessario, è possibile anche procedere all’eliminazione preventiva degli animali nelle aziende sospette (contatto). Per ottenere l’estirpazione si puo’ ricorrere, come misura supplementare, alla vaccinazione d’emergenza. Non si applicano misure di vaccinazione preventiva generalizzata contro l’FMD e la CSF, in quanto essa potrebbe “nascondere” agenti patogeni e favorire la diffusione della malattia. Tuttavia, per talune malattie, quali la febbre catarrale degli ovini (lingua blu), che non puo’ essere controllata efficacemente con altri mezzi, si ricorre alla vaccinazione come strumento più importante per il controllo della malattia;

  • programmi di eradicazione e di monitoraggio en: sono previsti per malattie già esistenti nella Comunità come la rabbia, la brucellosi e la tubercolosi, che sono soggette a programmi nazionali cofinanziati dall’UE;

  • l’applicazione del concetto di " regionalizzazione" in caso di manifestazione di una malattia, consiste nell'applicazione di misure per il controllo e l’eliminazione delle malattie dalle zone infette, senza applicare restrizioni nel resto del paese;
  • registrazionedi fattorie, identificazione di animali e messa a punto di un sistema sistema computerizzato che collega più di 2.500 uffici delle autorità veterinarie centrali e locali attraverso l’UE ( ANIMO) en, che consente di conoscere in anticipo la commercializzazione di animali e relativi prodotti. Questi strumenti sono essenziali per garantire la tracciabilità di questi prodotti e ulteriori controlli adeguati;
  • trasparenza riguardo alla situazione sanitaria degli animali negli Stati membri. La comparsa delle malattie più importanti deve essere notificata alla Commissione e agli altri Stati membri attraverso il sistema di notifica computerizzato delle malattie degli animali en, che coinvolge ora anche numerosi altri paesi europei (Paesi candidati e in via di adesione, l’Islanda, la Norvegia, la Svizzera, ecc.);
  • piani d'emergenza in ciascuno Stato membro per affrontare le malattie epizootiche, affinché le autorità competenti siano in grado di garantire la rapida applicazione delle misure di controllo più adeguate, tenendo conto della situazione epidemiologica locale;
  • laboratori di riferimento en nazionali e dell’UE per garantire uniformità di test e supporto di esperti per la Commissione e gli Stati membri.

L’applicazione delle misure previste nella legislazione è di competenza degli Stati membri. Tuttavia esse sono finanziariamente sostenute en dall’UE per quanto riguarda i costi delle misure applicate, che possono comprendere i risarcimenti per agricoltori costretti a sostenere gravi perdite economiche a causa delle malattie degli animali.

La Commissione deve garantire che la legislazione comunitaria sia applicata adeguatamente, proporre l’ulteriore legislazione al legislatore ¹ e approvare normative di applicazione adeguate. Prima dell’approvazione, tali normative sono discusse con gli esperti dei paesi membri nel Comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali (sezione salute e benessere degli animali) en, in cui vengono scambiate regolarmente informazioni sulla situazione sanitaria degli animali.

In caso di emergenza, la Commissione puo’anche adottare misure di controllo supplementari ad hoc (clausole di salvaguardia), qualora siano necessarie per la protezione della salute pubblica e/o degli animali. Percio' la Commissione svolge un ruolo determinante nella gestione dei problemi sanitari più importanti e urgenti riguardanti gli animali.



----------------------------------------------------------------------------------------------------

1 La legislazione dell’UE sulla salute degli animali è in genere approvata dal Consiglio (art. 37 del Trattato, procedura consultiva). Tuttavia nel caso in cui siano anche direttamente interessate la sicurezza alimentare o la salute dell’uomo, il Parlamento europeo svolge anche un ruolo determinante nell'approvazione della legislazione (art. 152 del Trattato, procedura di codecisione).

 
lefttranspright

 

  Print  
Public HealthFood SafetyConsumer Affairs
   
   
requires javascript