Language selector

 
left
  Commercio e importazione di prodotti animali - Introduzioneslide
right
transtrans
 

Ai sensi del Trattato che istituisce la Comunità europea, c’è una chiara differenza tra le definizioni d commercio e importazione.

Per quanto concerne i prodotti animali,

  • il commercio intracomunitario o ' commercio' si riferisce unicamente al movimento dei prodotti animali tra tra gli Stati membri dell’UE.
  • Importazione, o ' importazioni' si riferisce unicamente al movimento dei prodotti animali negli Stati membri da paesi terzi esterni all’UE.

Quotidianamente sono commercializzatite o importate nell’Unione europea numerose partite di carne, latte e altri prodotti di origine animale. Per un movimento sicuro di queste partite evitando la trasmissione di malattie agli essere umani o ad altri animali, l’UE ha stabilito una vasta serie di requisiti riguardanti la salute degli animali.

I requisiti generali sulla salute degli animali, applicabili alle importazioni e al commercio
intracomunitario sono contenuti in direttive specifiche del Consiglio.

In linea di massima, i requisiti relativi al commercio intracomunitario sono armonizzati tra gli Stati membri. Al fine di garantire il mantenimento dell’armonizzazione, la produzione di carne, latte e altri prodotti di origine animale deve avvenire in un centro autorizzato, in genere sotto il controllo di un veterinario ufficiale. Sono possibili ulteriori campionamenti sul luogo di destinazione.

Oltre ai requisiti sanitari generali, possono anche essere richiesti requisiti specifici per i prodotti animali che tengono conto ad esempio dell’e voluzione di una malattia negli Stati membri. In tali casi possono essere richiesti certificati sanitari specifici degli animali.

Per le importazioni, requisiti supplementari sono contenuti in decisioni specifiche della Commissione. Queste prescrivono il rilascio di certificati sanitari che devono accompagnare tutte le importazioni e devono essere firmati da un veterinario ufficiale dell’autorità competente del paese terzo esportatore, a garanzia che le condizioni per l’importazione nei paesi dell’UE siano state soddisfatte. All’arrivo nell’UE i prodotti animali e i certificati di accompagnamento vanno verificati e controllati da veterinari ufficiali dell’UE presso un posto d’ispezione frontaliera (BIP) designato. I prodotti possono essere ulteriormente controllati anche a destinazione finale.

(Ulteriori particolari sui requisiti per il commercio intracomunitario e le importazioni di prodotti animali si trovano nel testo esplicativo).

 
lefttranspright

 

  Print  
Public HealthFood SafetyConsumer Affairs
   
   
requires javascript