AA+A++Versione stampabileMappa del sitoRSSRSS

Altri strumenti per la crescita e l'occupazione

Due bandiere dell'UE in miniatura © iStockphoto

Per conseguire gli obiettivi della strategia Europa 2020 occorre avvalersi in modo più efficiente dell'intera gamma di politiche e strumenti di cui l'Unione europea dispone. Tra questi figurano politiche e strumenti trasversali come:

  • il mercato unico DeutschEnglishfrançais
  • il bilancio DeutschEnglishfrançaisdell'UE (inclusi i fondi strutturali: Fondo sociale, Fondo di coesione e Fondo di sviluppo regionale)
  • gli strumenti della politica estera.

Perfezionare il mercato unico

Crescita e occupazione hanno bisogno di mercati sani e ben collegati, dove la concorrenza e l'accessibilità per tutti i consumatori possano stimolare l'attività imprenditoriale e l'innovazione.

Restano da eliminare ancora diversi ostacoli:

  • intralci alle attività transfrontaliere
  • scarsa interconnessione delle reti
  • attuazione poco uniforme delle regole sul mercato unico
  • complessità giuridica derivante dalla presenza di 27 normative diverse per alcune operazioni.

Occorre inoltre migliorare l'accesso delle piccole imprese al mercato unico e sviluppare l'imprenditoria, ad esempio mediante:

  • la semplificazione del diritto societario (procedure fallimentari, statuto per le società private, ecc.)
  • iniziative che consentano agli imprenditori di avviare una nuova attività dopo un fallimento.

I consumatori dovrebbero avere la possibilità di acquistare più facilmente e con maggiore fiducia beni e servizi di altri paesi europei, in particolare online.

Inizio pagina

Investire nella crescita

La crisi finanziaria ha inciso in misura considerevole sulla capacità delle imprese e dei governi europei di finanziare investimenti e progetti innovativi. Per conseguire gli obiettivi che si è data con la strategia Europa 2020, l'UE ha bisogno di:

  • un contesto normativo che assicuri l'efficacia e la sicurezza dei mercati finanziari
  • strumenti innovativi per finanziare i necessari investimenti, tra cui forme di collaborazione tra pubblico e privato.

Queste priorità di crescita a lungo termine sono state riprese dalla Commissione nelle proposte per il prossimo quadro finanziario pluriennale (2014-2020).

Attualmente, il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo sociale europeo e il Fondo di coesione rappresentano insieme oltre un terzo di tutto il bilancio dell'UE.

Questi strumenti contribuiscono a garantire che le risorse disponibili vengano investite in modo efficace a sostegno di una crescita intelligente, sostenibile e solidale.

I finanziamenti dell'UE mirano a sostenere:

  • la creazione di un maggior numero di posti di lavoro qualificati
  • lo sviluppo delle nuove tecnologie
  • l'innovazione e la ricerca
  • l'accesso a Internet ad alta velocità
  • infrastrutture intelligenti per i trasporti e l'energia
  • l'efficienza energetica e le energie rinnovabili
  • lo sviluppo delle imprese
  • la qualificazione e la formazione

Inizio pagina

Strumenti di politica estera

Per rilanciare la crescita, l'UE deve incoraggiare l'attività commerciale in mercati aperti ed equi a livello mondiale, all'interno di un quadro internazionale basato su regole chiare. Sarà così possibile promuovere:

  • gli aspetti internazionali di diverse politiche interne (energia, trasporti, agricoltura, R&S, ecc.)
  • il commercio e il coordinamento delle politiche macroeconomiche internazionali
  • una decisa ed efficace partecipazione a vari consessi internazionali, come il G20, per definire il futuro ordine economico mondiale.

L'UE desidera anche costruire relazioni strategiche con le economie emergenti, per discutere tematiche d'interesse comune, promuovere la collaborazione sulla normativa e altri aspetti, e risolvere questioni bilaterali. A tal fine, nel novembre 2010 la Commissione ha presentato una nuova strategia commerciale.

L'UE ha già dato vita ad una vera e propria partnership con i paesi in via di sviluppo per contribuire a combattere la povertà, promuovere la crescita e raggiungere gli obiettivi di sviluppo del millennio.

Inizio pagina