Navigation path

Un'istruzione e una formazione migliori

L’FSE finanzia in tutta l’UE iniziative volte a migliorare l’istruzione e la formazione e ad assicurare che i giovani completino il loro percorso formativo e ottengano competenze in grado di renderli più competitivi sul mercato del lavoro. Tra le priorità fondamentali troviamo la riduzione del tasso di abbandono scolastico e il miglioramento delle opportunità di istruzione professionale e universitaria.

Una serie di programmi e progetti dell'FSE aiuta a migliorare il rendimento in tutto il settore dell’istruzione, dalle scuole per l'infanzia e primarie alle università fino ai sistemi di apprendimento permanente e formazione professionale. Si punta a tre risultati principali:

Il sostegno dell’FSE all’istruzione abbraccia una vasta gamma di attività. I nuovi programmi di studio offrono ai giovani migliori opportunità e gli insegnanti ricevono formazione per migliorare il proprio rendimento. Oltre a ricevere un’istruzione di base, gli studenti apprendono competenze più specifiche che li aiuteranno a scegliere il percorso professionale che desiderano e a occupare le posizioni richieste dalle imprese.

Istockphoto/18501706

L’FSE sta aiutando università e istituti di formazione professionale a consolidare i rapporti con imprese e datori di lavoro a livello nazionale o regionale, in modo che i laureati possano vivere una transizione più facile dalla scuola al mondo del lavoro. Alcuni progretti FSE, inoltre, sostengono la ricerca e lo sviluppo post-laurea per aumentare il numero dei giovani imprenditori e innovatori, soprattutto nei settori altamente tecnologici.

Oltre a dare un impulso ai sistemi di istruzione, l’FSE si concentra anche sui loro beneficiari: scolari, studenti universitari, lavoratori e disoccupati bisognosi di formazione e nuove competenze. Molti progetti si propongono di ridurre l’abbandono scolastico e dotare i giovani di competenze e qualifiche adeguate, soprattutto tra i gruppi vulnerabili, come le minoranze e gli immigrati. Altri fanno in modo che a lavoratori e disoccupati siano offerte opportunità di apprendimento permanente in modo da mantenere le loro competenze aggiornate man mano che l’economia e le necessità delle imprese evolvono.