• Versione stampabile

Collaborazione tra regioni a supporto dell'eco-innovazione

28/07/2011

  • Eu
503_it.html

Il progetto ECREIN+ fornirà supporto regionale per l'eco-innovazione in partenariato con l'Assemblea delle regioni d'Europa (ARE). ECREIN+ è stato finanziato nell'ambito del programma INTERREG IVC.

Il progetto ECREIN+ (European Clusters and Regions for Eco-Innovation Network Plus) succede all'iniziativa ECREINetwork e comprende 12 regioni europee in partenariato con l'Assemblea delle regioni d'Europa (ARE).

Fondata nel 2006, l'iniziativa ECREINetwork comprendeva inizialmente sei regioni: Ile-de-France e Rodano-Alpi (Francia), Lombardia (Italia), Baden-Württemberg (Germania), Andalusia (Spagna) e Malopolska (Polonia), guidate dalla regione Rodano-Alpi. Il progetto era supportato dalla Commissione europea come parte dell'implementazione del Piano d'azione europeo per le tecnologie ambientali (ETAP, Environmental Technologies Action Plan ).

Nell'ambito della fase successiva del progetto, sei nuove regioni sono confluite in ECREIN+: Stara Zagora (Bulgaria), Midland occidentali (Regno Unito), Namur (Belgio), Galizia (Spagna), Bucarest (Romania) e Uppsala (Svezia), portando a 12 il numero delle regioni partecipanti.

Il successo di ECREINetwork, che aiutava i partecipanti a condividere le proprie competenze su come supportare l'eco-innovazione nelle proprie regioni, ha reso il progetto un'interessante proposta per nuovi membri.

«Questo progetto evidenzierà le migliori pratiche in materia di eco-innovazione in tutta Europa, aiutando la regione a essere più competitiva e a sfruttare al massimo gli investimenti in tali opportunità», ha affermato Aled Thomas, responsabile delle politiche del programma europeo per la regione delle Midland occidentali. «Stimolerà inoltre innovazione, creatività e sviluppo di conoscenze».

Grazie al coinvolgimento di oltre 270 regioni, l'ARE fornirà un'ampia rete per la divulgazione, nonché per le competenze nella cooperazione interregionale. Benché ECREIN+ sarà basato sulla stessa formula di ECREINetwork, che include piattaforme regionali per l'eco-innovazione, inventari di strumenti di finanziamento disponibili e condivisione delle competenze, la cooperazione con ARE aumenterà notevolmente la scala del progetto.

«ECREIN+ ha importanza strategica se vogliamo trasformare le nostre regioni in territori di eccellenza ecologica», ha affermato Hélène Blanchard, vicepresidente del Consiglio regionale Rodano-Alpi. «Si tratta di un progetto ambizioso ed esaustivo che permetterà a tutti noi, se collaboriamo davvero, di favorire una fiorente economia verde nelle nostre regioni».

ECREIN+ ha come obiettivi la generazione di consapevolezza e la condivisione di tecniche, strumenti finanziari e migliori pratiche in tutta Europa. Il progetto contribuirà alla creazione di piattaforme regionali per l'eco-innovazione e gli eco-investimenti di ogni regione partner per fornire supporto per esperti di settore e gruppi dedicati all'eco-innovazione. Ogni piattaforma regionale, inoltre, si occuperà dell'attuazione di inventari degli strumenti finanziari disponibili e produrrà linee guida per il miglioramento di questi strumenti.

Grazie ad ECREIN, la regione Rodano-Alpi ha sviluppato uno sportello dedicato per fornire competenze e informazioni finanziarie per le organizzazioni che si occupano di eco-innovazione. Nel frattempo, aziende, ricercatori ed esperti in Stara Zagora hanno contribuito alla definizione di politiche per incoraggiare l'eco-innovazione e lo sviluppo verde.

Informazioni relative all'argomento sul sito Web EcoAP