• Versión impresa

El Foro Global de la OCDE hace un llamamiento en favor de la adopción de una perspectiva más amplia de la ecoinnovación

28/07/2011

  • Eu
473_es.html

I messaggi chiave emersi dal Global Forum on Eco-innovation dell'OCSE invitano i responsabili politici e le parti interessate a considerare l'ecoinnovazione come qualcosa che va oltre la semplice invenzione di nuove tecnologie.

Il forum dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), tenutosi a Parigi il 4 e il 5 novembre 2009, ha rappresentato un'occasione per valutare le politiche globali in materia di ecoinnovazione. Il forum, che ha riunito responsabili politici in ambito ambientale, scientifico, industriale e dell'innovazione e società attive nello sviluppo e nello sfruttamento di tecnologie ambientali, si è interrogato sulle modalità più idonee per favorire il sostegno reciproco delle politiche ambientali e di quelle in materia di innovazione, per incentivare l'ecoinnovazione nella maniera più efficace possibile e per favorirne la diffusione.

Secondo Xavier Leflaive, della Direzione ambientale dell'OCSE, i messaggi chiave hanno posto l'accento soprattutto sulla necessità di adottare un approccio olistico all'ecoinnovazione da parte dei responsabili politici. Per incoraggiare gli sviluppi nel campo dell'ecoinnovazione, è opportuno che le politiche si concentrino su tematiche che spaziano dall'invenzione e dal trasferimento all'adattamento e alla diffusione.

Dal forum è emersa l'esigenza comune di una visione più ampia. È importante infatti concepire l'ecoinnovazione non solo come innovazione tecnologica ma, piuttosto, anche come innovazione incrementale e cambiamento sistematico in grado di trasformare effettivamente la realtà attuale.

Il punto non è la quantità di innovazioni. Anziché stimolare il semplice sviluppo tecnologico, le politiche in materia di ecoinnovazione devono sostenere lo sviluppo e l'adozione di tecnologie, servizi o soluzioni sistematiche in grado di contribuire concretamente alla risoluzione delle sfide ambientali. È opportuno ricorrere a indicatori dei benefici collaterali per valutare l'impatto delle politiche dedicate all'ecoinnovazione sullo sviluppo sostenibile e sulla lotta contro la povertà nei paesi in via di sviluppo.

Per quanto concerne l'interazione dei diversi strumenti politici e, in ultima analisi, il loro influsso sull'ecoinnovazione, è essenziale che i governi coordinino e gestiscano l'impatto cumulativo delle politiche in materia di ecoinnovazione. È infatti doveroso tenere conto dell'effetto a catena delle decisioni prese in ambito di appalti pubblici verdi, ricerca e sviluppo, incentivi fiscali e standard a livello di efficienza energetica.

Anche il trasferimento tecnologico verso i paesi in via di sviluppo potrebbe essere sensibilmente migliorato. Per favorire tali trasferimenti, sarebbe auspicabile dare priorità allo sviluppo delle capacità di innovazione disponibili in loco, consentendo così alle comunità locali di adottare le tecnologie ambientali esistenti e incoraggiandole a sviluppare direttamente le proprie ecoinnovazioni.

Más información

  • Forum globale dell'OCSE sull'ambiente e l'ecoinnovazione [in lingua inglese]:
    http://www.oecd.org/environment/innovation/globalforum English