• Versione stampabile

Le problematiche chiave dell'ecoinnovazione al centro dell'EUSEW 2009

28/07/2011

  • Eu
372_it.html

EUSEW 2009, la settimana dell'energia sostenibile, ha ospitato numerosi eventi relativi all'ecoinnovazione. Nel corso di questi eventi sono stati illustrati i principali progetti in atto nelle diverse aree, evidenziando le opportunità di finanziamento disponibili.

"Prendetevi una settimana per cambiare il domani" era il tema della terza edizione della Settimana UE dell'energia sostenibile (SEW), tenutasi dal 9 al 13 febbraio 2009. EUSEW 2009, che ha visto la partecipazione di oltre 150 organizzazioni, è stato l'evento principale nell'ambito della campagna "Energia sostenibile per l'Europa", durante la quale sono stati organizzate complessivamente 150 conferenze ed eventi a Bruxelles e in 19 Paesi europei. Agli eventi principali di Bruxelles si sono registrate oltre 6000 persone.

Due degli eventi di maggiore rilievo sono stati la prima cerimonia del Patto dei sindaci e l'assegnazione dell'Awards SEE (Energia sostenibile per l'Europa), alla sua terza edizione. Tenutasi nella sede del Parlamento europeo, la prima cerimonia del Patto dei sindaci è stata il primo atto formale di adesione a un impegno che vincola oltre 400 città di differenti dimensioni ad andare oltre gli obiettivi UE di riduzione delle emissioni di CO2 del 20% entro il 2020. Il riconoscimento Awards SEE è stato assegnato ai partner principali dei progetti della campagna SEE. Da un iniziale elenco di 251 candidati, sono stati premiati 6 progetti in 5 categorie.

EUSEW 2009 ha presentato un maggiore numero di eventi ed ha visto una partecipazione più elevata rispetto agli anni precedenti. Oltre che a Bruxelles, si sono tenute 62 conferenze ed eventi in tutta Europa, che hanno registrato quasi 30.000 presenze, portando il numero totale di partecipanti di EUSEW 2009 a oltre 35.000. Questa risposta estremamente positiva lo ha consacrato come principale evento mondiale sulle energie sostenibili.

Quatto eventi di EUSEW 2009 hanno dato particolare rilievo all'ecoinnovazione.

Efficienza energetica nel settore dell'edilizia

Due eventi di EUSEW hanno affrontato nel dettaglio il tema dell'efficienza energetica nel settore dell'edilizia. Innanzitutto, la Direzione generale dell'energia dei trasporti della Commissione europea ha organizzato una conferenza dal titolo "Verso l'efficienza energetica dell'edilizia: da CONCERTO a IEE", durante la quale sono stati illustrati i casi di alcuni tra i principali progetti in quest'area. L'evento è stato integrato da una seconda conferenza, ospitata da Euro ACE, intitolata "Il ruolo dell'edilizia nel raggiungimento dei traguardi europei del 2020".

Poiché il settore dell'edilizia è responsabile per il 40% dell'utilizzo finale di energia in Europa e rappresenta quindi il maggiore potenziale di risparmio energetico in Europa, vale la pena esaminare alcuni dei progetti in corso che costituiscono un esempio in questo campo. I rappresentanti della Direzione generale dell'energia e dei trasporti hanno presentato una selezione di iniziative relative all'edilizia che riguardano quattro aree chiave dell'efficienza energetica: sensibilizzazione, promozione di un approccio integrato, accesso al capitale e modifica dei comportamenti.

Due iniziative chiave sono:

  • CONCERTO: il programma aiuta a sviluppare progetti, noti come comunità, che implementano approcci integrati finalizzati all'efficienza energetica, alle energie rinnovabili, alla ricerca e alla formazione. CONCERTO coinvolge 45 comunità in 18 Paesi.
  • IEE (Intelligent Energy Europe, Energia intelligente per l'Europa): il programma, parte del programma UE per la competitivà e l'innovazione (CIP, Competitiveness and Innovation Framework Programme), non si occupa soltanto di efficienza energetica, ma anche di energie rinnovabili e di consumo energetico nel settore dei trasporti. In totale, IEE contribuisce a 400 progetti in tutta Europa, di cui 68 finalizzati all'efficienza energetica nel settore dell'edilizia.

AL Piano è un progetto nell'ambito di CONCERTO che sta modificando le abitudini della popolazione di Alessandria (Italia) migliorando al fornitura di energie rinnovabili alle abitazioni e introducendo audit energetici domestici.

ClearSupport è un'iniziativa supportata da IEE che rende possibile l'accesso al capitale per piani di edilizia ad efficienza energetica. Contribuisce a dare fiducia ai finanziatori dei progetti di efficienza energetica e attualmente supporta da 100 a 200 ristrutturazioni edilizie.

INTEND è un progetto IEE che offre un esempio di eccellenza in termini di promozione di un approccio integrato all'efficienza energetica nel settore dell'edilizia. Il suo scopo è ottimizzare le prestazioni energetiche incoraggiando la progettazione energetica integrata.

PassNET è un progetto IEE che costituisce un esempio di sensibilizzazione, promuovendo il concetto di Casa passiva in tutta Europa e assicurando istruzione e formazione in questo campo agli Stati membri.

Durante la conferenza Euro ACE si è osservato come l'efficienza energetica nell'edilizia possa contribuire a combattere i cambiamenti climatici. Dopo la presentazione di alcuni esempi di pratiche virtuose e sviluppi in questo settore, è stata avanzata una serie di raccomandazioni allo scopo di richiamare l'UE a stabilire standard più severi, a richiederne l'applicazione nell'edilizia e ad imporre l'indicazione del CO2. La conferenza ha inoltre evidenziato la necessità di nuovi piani finanziari per bilanciare l'elevato costo iniziale delle tecnologie a basse emissioni e a basso contenuto di CO2.

Finanziamento del trasporto sostenibile

Il settore dei trasporti è responsabile per il 30% dell'utilizzo finale di energia in Europa ed è il settore in più rapida crescita in termini di domanda energetica. L'Agenzia esecutiva per la competitività e l'innovazione (EACI, Executive Agency for Competitiveness and Innovation) ha presentato le iniziative IEE Efficienza energetica nel settore dei trasporti (STEER) e Marco Polo per evidenziare le opportunità di finanziamento per il trasporto sostenibile.

STEER investe in misure "soft", aiuta la penetrazione del mercato e lo scambio di pratiche virtuose per incrementare i trasporti sostenibili. Attualmente finanzia 34 progetti per aiutare a cambiare l'atteggiamento nei confronti del trasporto. Il piano copre il 75% dei costi di progetto, con budget tipici di 1,5 milioni di euro. Sono stati evidenziati due progetti: GREEN POST, che comporta lo scambio di pratiche virtuose e insegnamenti tratti dalla consegna postale con veicoli elettrici o ibridi, e ADDED VALUE, che promuove il trasporto collettivo come mezzo per raggiungere l'efficienza energetica.

L'iniziativa Marco Polo invece stanzia fondi per rendere più sostenibile il trasporto merci. Grazie a un budget di 430 milioni di euro, ha potuto finanziare 100 progetti tra il 2003 e il 2008. Le presentazioni di IBERLIM e SCAPEMED hanno dimostrato che questi progetti sono riusciti a ridurre rispettivamente di 9500 e 17.400 unità il numero di camion sulle strade.

L'ICT e l'efficienza energetica

La Direzione generale società dell'informazione e media ha tenuto una conferenza sul ruolo dell'informazione e delle tecnologie della comunicazione (ICT) nell'efficienza energetica. Durante l'evento è stata fornita una panoramica degli strumenti politici e delle opportunità di finanziamento nell'UE, nonché delle aree in cui l'ICT è stato utilizzato per incrementare l'efficienza energetica.

Le sfide riguardanti l'ICT sono triplici:

  • Riduzione del proprio consumo di energia
  • Miglioramento dell'efficienza energetica nell'economia grazie alla misurazione, al monitoraggio, alla gestione e al controllo intelligenti e così via
  • Creazione delle condizioni per il passaggio a una società energeticamente efficiente tramite la misurazione, l'aggregazione, la trasformazione, l'informazione e così via, nonché tramite la smaterializzazione e la virtualizzazione

Numerose iniziative di finanziamento dell'UE, tra cui il programma Azione per il clima, il programma di ricerca FP7 (Seventh Framework Programme) e il programma CIP (Competitiveness and Innovation Framework Programme), aiutano a supportare l'utilizzo dell'ICT per l'incremento dell'efficienza energetica.

Nell'ambito di FP7, tra il 2007 e il 2008 sono stati finanziati 11 progetti di ICT ed efficienza energetica. Tali progetti, che hanno ricevuto 20 milioni di euro, hanno riguardato l'impiego dell'ICT ai fini di soddisfare in modo ottimale le esigenze dei sistemi a consumo energetico. Nell'ambito di CIP sono stati inoltre stanziati da 10 a 12 milioni di euro per progetti ICT correlati all'efficienza energetica per l'anno 2008.

Nuove forme di supporto per l'ecoinnovazione

La Direzione generale imprese e industria ha tenuto una conferenza su "Nuove forme di supporto per l'ecoinnovazione: le piattaforme europee di innovazione", per fornire una panoramica delle strutture di supporto disponibili per l'ecoinnovazione.

La piattaforma di innovazione KIS (Knowledge Intensive Services), sviluppata nell'ambito dell'iniziativa Europe INNOVA, ha introdotto il progetto KIS-PIMS (pianificazione, installazione, manutenzione e smaltimento) per progettare e implementare nuovi piani di finanziamento per società di servizi innovative. KIS-PIMS supporterà i servizi che coprono l'intero arco di vita delle nuove tecnologie per le energie rinnovabili, quali solare, eolico, idrico, biomassa e geotermale. Saranno inclusi la pianificazione di nuovi sistemi, l'installazione e la messa in esercizio, la manutenzione/riparazione e lo smaltimento dei sistemi precedenti.

Questi fondi aiuteranno le società, in particolare le SME, a rafforzare i propri business plan, a mettersi in comunicazione con investitori pubblici e privati e ad aumentare la visibilità in Europa delle società più promettenti.