• Versione stampabile

Informazioni sull'ETAP

Il Piano d’azione per le tecnologie ambientali (ETAP) intende fare in modo che l’ecoinnovazione entri a far parte della realtà quotidiana in tutta Europa. Il piano, adottato dalla Commissione nel 2004, riguarda un’ampia gamma di attività volte a promuovere l’ecoinnovazione ed il ricorso a tecnologie rispettose dell’ambiente. Il suo obiettivo è quello di migliorare la competitività europea nel settore e fare dell’UE il leader mondiale indiscusso in questo campo.

 

Promuovere un futuro sostenibile

L’ecoinnovazione è fondamentale per la competitività dell’economia europea e per la nostra prosperità futura. Le tecnologie rispettose dell’ambiente sono un fattore positivo per le imprese e per l’attività economica, riducono la pressione ambientale e contribuiscono alla creazione di posti di lavoro.

Si tratta di tutte le tecnologie che comportano un impatto ambientale ridotto rispetto alle tradizionali alternative:

  • Alcuni esempi sono la produzione di energie rinnovabili (come quella fotovoltaica o eolica)
  • Le auto pulite
  • Le case passive e i materiali da costruzione ecologici
  • O ancora il trattamento dei rifiuti per il riutilizzo o riciclaggio

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_001.jpg

L’ETAP è finalizzato a superare i numerosi ostacoli – come la complessità legata al passaggio da tecnologie tradizionali alle nuove tecnologie e le difficoltà di accesso ai capitali – che impediscono lo sviluppo delle tecnologie ambientali.

Il piano integra l’attività di regolamentazione della direzione generale dell’Ambiente ed interviene direttamente sulle tre dimensioni della strategia di Lisbona: crescita, occupazione ed ambiente.

Inizio pagina

Concentrarsi sulle azioni prioritarie

Far passare le tecnologie ambientali dallo stadio della ricerca a quello della commercializzazione, migliorare le condizioni di mercato e agire a livello mondiale sono gli obiettivi che l’ETAP intende realizzare attraverso una serie di azioni prioritarie:

  • Potenziamento e specificità della ricerca promuovere azioni volte ad attirare maggiori investimenti privati e pubblici nello sviluppo e nella dimostrazione di tecnologie ambientali, in linea con l’obiettivo dell’UE di stanziare il 3% del PIL a favore della ricerca.
  • Piattaforme tecnologiche europee ( European Technology Platforms - ETP) incentivare i partenariati di ricerca specifici pubblico/privato che riuniscono i soggetti interessati a mettere a punto una strategia a lungo termine per sviluppare e promuovere una particolare tecnologia o risolvere determinati problemi. Le principali ETP riguardano, ad esempio, l’idrogeno e le celle a combustibile, l’energia fotovoltaica, l’acciaio, l’edilizia, l’approvvigionamento idrico e l’igienizzazione delle acque.

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_002.jpg

  • Verifica delle tecnologie ambientali istituire un meccanismo per convalidare le prestazioni dei prodotti sulla base di criteri oggettivi, al fine di aumentare la fiducia dei consumatori nelle nuove tecnologie ambientali.
  • Obiettivi di rendimento fissare obiettivi a lungo termine e di ampio respiro, ma percepiti come realizzabili e realistici da un gran numero di soggetti interessati, per incoraggiare il settore industriale a sviluppare e adottare le tecnologie ambientali.
  • Mobilizzazione dei finanziamenti può trattarsi di prestiti tradizionali, di meccanismi di garanzia, ma anche di capitali di rischioper le tecnologie ambientali. Gli attuali strumenti dell’UE includono il programma quadro per la R&S, LIFE Ambiente, i Fondi strutturali, il Fondo di coesione ed il programma “Competitività e innovazione” (PCI).
  • Strumenti basati sul mercato introdurre incentivi economici mirati per contribuire a promuovere la diffusione delle tecnologie ambientali. 
  • Appalti pubblici “verdi” mostrare l’esempio a livello di UE offrendo un potente strumento di crescita economica in grado di favorire la diffusione delle tecnologie ambientali.
  • Sensibilizzazione e formazione incentivare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie rispettose dell’ambiente, in particolare attraverso formazioni nelle imprese e negli uffici.
  • Sostegno alle ecotecnologie nei paesi in via di sviluppo e promozione degli investimenti esteri incoraggiare lo sviluppo sostenibile a livello mondiale.

Inizio pagina

Collaborare con gli Stati membri e con l'industria

La Commissione europea collabora intensamente con gli Stati membri e l'industria per tradurre in pratica il piano ETAP.

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_003.jpg

Tabelle di marcia nazionali

Per promuovere lo scambio di esperienze in materia di ecoinnovazione e di migliori pratiche, gli Stati membri dell’UE hanno formalizzato le loro strategie nazionali e i loro piani d’azione in materia di tecnologie ambientali. Le tabelle di marcia nazionali aiutano gli Stati membri a concentrarsi su piani, azioni e realizzazioni importanti per quanto riguarda le tecnologie ambientali e le ecoinnovazioni.

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_004.jpg

Sostenere la competitività e la crescita

Se all’origine dell’iniziativa ETAP vi sono sicuramente la competitività delle imprese europee e la crescita economica, la volontà di convincere le imprese ad investire nella ricerca è altrettanto importante. La promozione delle tecnologie ambientali e dell’ecoinnovazione offre numerosi vantaggi alle imprese: stimolo all’innovazione, riduzione dei costi di produzione, creazione di posti di lavoro, diminuzione delle pressioni ambientali e incentivazione della competitività.

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_005.jpg

Sostenere lo Spazio europeo della ricerca

Le azioni dell’ETAP sono strettamente collegate alla ricerca tecnologica e favoriranno la realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (SER) attraverso la creazione di una rete di centri tecnologici in grado di convalidare e promuovere le tecnologie ambientali, la definizione di norme ambientali, la promozione di tecnologie pulite nei paesi in via di sviluppo e la divulgazione mirata di informazioni sulle tecnologie ambientali.

Inizio pagina

Strutturare il sostegno alle azioni

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_006.jpg

Un gruppo ad alto livello, istituito nel 2004, contribuisce a facilitare l’attuazione dell’ETAP in tutta Europa e a coordinare la collaborazione tra tutti i partecipanti. Il gruppo è composto di rappresentanti degli Stati membri dell’UE e dei servizi della Commissione europea. Il metodo di coordinamento aperto con gli Stati membri prevede lo scambio di idee sulle migliori pratiche, la messa a punto di indicatori e la fissazione di linee guida e calendari.

La piena riuscita dipende dalla partecipazione di tutti gli interessati e richiede la mobilitazione di soggetti industriali e finanziari importanti, nonché degli sviluppatori di tecnologie operanti nel settore. Per tale ragione, il Forum europeo sull’ecoinnovazione organizza regolarmente riunioni su argomenti specifici.

http://ec.europa.eu/internet/ec.europa.eu/environment/ecoap/images/articles/photo_about_007.jpg

Sono invitati a partecipare i principali operatori del mondo delle imprese, della finanza e dello sviluppo tecnologico, nonché organizzazioni non governative (ONG), che svolgono un ruolo attivo nell’ecoinnovazione e nelle tecnologie ambientali. Il Forum rappresenta una piattaforma per la discussione, il dibattito e l’interazione e promuove la mobilitazione intorno ad obiettivi comuni e strategie concrete per gli interventi futuri.

Il presente sito web sostiene lo scambio di esperienze e di tecnologie e propone notizie, relazioni sulle iniziative politiche ed una vetrina delle migliori pratiche a livello nazionale e per tutta la gamma di tecnologie. A queste si aggiungono una newsletter periodica e relazioni specifiche.