Percorso di navigazione

Altri strumenti

  • Versione stampabile
  • Riduci carattere
  • Ingrandisci carattere

Seguiteci

Facebook

Il sostegno della scienza

Il nuovo programma dell'UE per la ricerca e l'innovazione, Horizon 2020, che prenderà il via nel 2014, intende ridurre al minimo gli adempimenti burocratici e investire miliardi di euro nella costruzione di un'economia verde sostenibile a favore della crescita e dell'occupazione.

Le conoscenze scientifiche ci aiutano a capire le cause e gli impatti dei cambiamenti ambientali. La scienza può contribuire a definire strategie per gestire risorse limitate, trovare soluzioni efficaci a problemi urgenti riguardanti la salute, la sicurezza e la qualità della vita e garantire la transizione verso un'economia che usa le risorse in modo efficiente.

Migliori conoscenze possono aiutarci ad individuare importanti tendenze e a mettere a punto le adeguate politiche di tutela e salvaguardia.

Ogni fase del processo di elaborazione delle politiche ambientali necessita di dati certi per l'analisi dei problemi e la ricerca delle soluzioni.

Occorre individuare e rimediare alle principali lacune presenti nelle conoscenze in campo ambientale. Idealmente, scienziati e responsabili politici dovrebbero avere obiettivi comuni. A tal fine, servono dati scientifici che siano:

  • tempestivi – disponibili quando i responsabili politici ne hanno bisogno
  • chiari – presentati in un formato facilmente comprensibile
  • adeguati alle finalità – vale a dire alle esigenze dei responsabili politici
  • accessibili – le molteplici informazioni devono essere credibili, pertinenti e comprensibili.

La Commissione sta rafforzando l'interfaccia tra scienza e politica ambientale dell'UE, collaborando una con serie di fornitori di conoscenze, come centri di studi o istituti di ricerca, e mediante iniziative come INSPIRE, SEIS e COPERNICUS.

Una transizione verso un'economia verde e a basse emissioni di CO2 richiede notevoli innovazioni. La ricerca è indispensabile per individuare le sfide e orientare gli interventi.

La Commissione dispone di un potente strumento finanziario per aiutare l'Europa a reperire i dati scientifici necessari: il programma Horizon 2020. Tale programma dà attuazione all'iniziativa prioritaria della strategia Europa 2020 "Unione dell'innovazione", finalizzata a garantire la competitività dell'Europa a livello internazionale.

Con una dotazione di 80 miliardi di euro dal 2014 al 2020, questa iniziativa dell'UE per la ricerca e l'innovazione rientra nello sforzo complessivo di rilanciare la crescita e l'occupazione in Europa.

Horizon 2020 raccoglie in un unico programma tutti i finanziamenti europei a favore della ricerca e dell'innovazione. Mira in particolare a trasformare tutte le scoperte scientifiche in prodotti e servizi innovativi, che generino opportunità commerciali e migliorino la vita della gente. Intende inoltre ridurre al minimo gli adempimenti burocratici, prevedendo regole e procedure semplici per attrarre ricercatori di spicco e un'ampia gamma di imprese innovative.